Reggio, i pediatri si incontrano e creano rete territoriale per aggiornarsi

A tu per tu con i promotori del congresso che ha scandagliato numerosi casi clinici affrontati quotidianamente dai pediatri

E' in corso di svolgimento presso la sala "Giuditta Levato" del Consiglio Regionale del Calabria il congresso "Casi clinici controversi: la clinica incontra il territorio" patrocinato dalla SIMPE ( Società Italiana Medici Pediatri) e dall'Ordine dei Medici di Reggio Calabria.

L'attività di formazione che sta passando in rassegna durante le tre sessioni previste i casi clinici affrontati di pediatri è stato introdotto dal Presidente del Congresso il professore Francesco De Luca. La Segreteria Scientifica è composta dalla professoressa Mariella Valenzise e dal dott. Antonino Putortì.

Ai microfoni di CityNow i protagonisti di questo congresso che ha coinvolto numerosi operatori del settore:

La professoressa Mariella Valenzise (Professoressa Università di Messina che si occupa di endocrinopatie) ci ha spiegato l'utilità di tali incontri:

"La seconda parte del titolo del congresso 'la clinica incontra il territorio' è identificativo per le finalità di questo incontro: vuole essere un momento di aggregazione tra pediatri ospedalieri, universitari e di famiglia per approfondire le problematiche che quotidianamente affrontiamo come le basse stature, le pubertà precoci, le obesità, i difetti di crescita, le cardiopatie, diventa cosi un modo per aggiornarsi insieme.

Io sono reggina di adozione, lavoro all'Università di Messina mi piace "giocare in casa" in quanto tra i pediatri di Reggio Calabria e Messina esiste un "ponte virtuale" per cui è sempre un piacere per me tornare in città".

Il dott. Antonino Putortì Pediatra di Libera Scelta di Reggio Calabria ha annunciato il lancio di una nuova piattaforma:

"Abbiamo pensato a questo evento scientifico di portata nazionale, grazie alla presenza di illustri relatori, coinvolgendo e facendo squadra con il territorio con l'università e con l'ospedale.

In questa occasione stiamo presentando l'innovativa rete cardiopediatrica che permette di collegare gli studi pediatrici di medicina generale con centri di riferimento in modo da abilitare una medicina d'avanguardia e programmare mettendo al centro il paziente in primo piano abbassando la spese sanitaria.

La piattaforma è stata settata ed è collaudata è disponibile per i colleghi, abbatte le liste d'attesa punto dolente della nostra sanità e permette di erogare la prestazione nell'ambulatorio del medico che resta il luogo migliore perchè facilmente accessibili in quanto conosciuti dal paziente stesso e che mettono in diretta correlazione paziente e medico".

Il professore Francesco De Luca (direttore della cardiologia pediatrica dell'Ospedale San Marco Azienda Ferrarotto Vittorio Emanuele Santo Bambino di Catania) ha sottolineato la valenza del congresso:

"Io sono convinto che soltanto attraverso il confronto, aldilà dei titoli possa nascere qualcosa di importante e di utile per i nostri bambini che rappresentano il cuore della nostra attività, io mio occupo di cardiologia pediatrica, sono stato invitato e ho l'onore di presiedere questo congresso per la mia lunga esperienza nel settore della cardiologia pediatrica, settore scoperto e piuttosto scivoloso, metteremo dei punti fermi per alzare l'asticella e migliorare ogni giorno, al servizio dell'unico interlocutore che è il bambino.

Io lavoro a Catania, sono calabrese d'origine, quando mi capita di venire in Calabria mi sento di "giocare in casa" infatti passo molto tempo in questa regione dove ho molti amici, rapporti professionali con amici e colleghi che mi chiedono consulenze ed è un piacere poter tornare qui nella mia terra per aiutare il più possibile la crescita del territorio che si sta sviluppando in modo importante in questi ultimi anni".

Ogni settore ha bisogno di continuo aggiornamento, la sanità più che mai, in un momento in cui c'è un condivisibile scatto d'orgoglio da parte dell'intera comunità medica questi congressi molto utili rappresentano la strada maestra per un approccio corretto da parte delle numerose e qualificate professionalità presenti sul nostro territorio.

Seguici su telegramSeguici su telegram