Reggio - Metrocity: l’ira del personale per il voltafaccia dell’amministrazione

Numerosi i dipendenti hanno manifestato la loro indignazione e dissenso per il voltafaccia dell'amministrazione sull'applicazione dei contratti decentrati

Numerosa la partecipazione dei dipendenti all'assemblea odierna - convocata dalla RSU, a cui hanno preso parte i componenti Antonio Romeo (coordinatore), Antonio Laface, Bruno Fortugno, Domenico Fanti, Elena Festa, Felice Foti, Francesco Scoglio, Mariolina Ferraro, Mario Fedele, Paolo Pellicanò, Paolo Surace, Rosario Cilona. La CISL fp rappresentata da Adolfo Romeo delegato ai rapporti politici e sindacali per la città metropolitana.

La riunione è iniziata con la relazione del coordinatore Antonio Romeo ai numerosi dipendenti presenti, illustrando l'interlocuzione dei due incontri avuti con il sindaco della città metropolitana Avv. Giuseppe Falcomatà, coadiuvato dal Direttore Generale e dal Dirigente del Personale, conclusasi con la mediazione e la proposta finale del sindaco di trovare una soluzione per portare a compimento la PEO per tutti i dipendenti con un contratto pluriennale. La CISL Fp - assieme al suo gruppo dirigente - ha ribadito la linea dura con l'applicazione del contratto 2019 riguardante la PEO per tutti i dipendenti, tenendo le altre  proposte come piano B, opzioni(compresa quella del sindaco ) certamente difficili da digerire per il personale e di continuare la vertenza ad oltranza ,sino ad una conclusione  favorevole per i dipendenti della città metropolitana.

Numerosi i dipendenti (rientrati e non nella graduatoria Peo) hanno manifestato la loro indignazione e dissenso per il voltafaccia dell'amministrazione sull'applicazione dei contratti decentrati, mai verificatesi con la Provincia. La CGIL è intervenuta con i componenti la RSU Francesco Scoglio, Domenico Fanti e Rosario Cilona che hanno illustrato l'iter contrattuale e la posizione del loro sindacato ad applicare il contratto testualmente come firmato dalle parti.

Infine l'assemblea - all'unanimità - ha deliberato di rivedersi la prossima settimana a Piazza Italia nelle scalinate di palazzo Corrado Alvaro per un sit-in dimostrativo e di sensibilizzazione dell'amministrazione metropolitana a mantenere  gli impegni assunti con il contratto decentrato siglato il 28/12/2018, dove chiaramente si evince la volontà delle parti (Amministrazione, Organizzazioni sindacali, Rsu) ha garantire una progressione economica in due anni - a tutti i dipendenti.

Per la cronaca era pure presente il segretario della Uil FPL Stefano Princi, il quale ha  proposto il calcolo della  Peo 2019 per posizioni economiche al 50% e non per categorie (la Peo come da norma va applicata sulla categoria giuridica), lo stesso - in seguito a diverbi e contestazioni - ha abbandonato la riunione assieme ad altri dirigenti Uil.

Per la Rsu il coordinatore - Antonio Romeo