Rifiuti abbandonati, il Comune accelera e affida in anticipo il servizio di raccolta straordinaria

Per strada giacciono circa 1800 tons. Serviranno 130 interventi alla ditta Logan di Villa San Giovanni per ripulire le microdiscariche

Mentre giungono notizie quantomeno confortanti rispetto alla ripresa dei lavori alla discarica di Melicuccà, Palazzo San Giorgio prova a dare una svolta alla perdurante situazione di criticità nella raccolta dei rifiuti.

I ritardi accumulati negli ultimi mesi nei conferimenti della frazione indifferenziata presso il sistema impiantistico regionale (ora metropolitano), hanno spinto l’amministrazione ad esperire una procedura selettiva per l’individuazione di un operatore economico cui affidare l’esecuzione del servizio di raccolta, trasporto ed eventuale trattamento/smaltimento di rifiuti urbani abbandonati sul territorio comunale.

La gara del 15 febbraio

Palazzo San Giorgio ha quindi invitato 11 ditte iscritte nella white list della Prefettura di Reggio Calabria, chiedendo ad esse la disponibilità per effettuare una raccolta straordinaria (manuale e meccanizzata) dei rifiuti urbani indifferenziati, ingombranti e speciali giacenti in microdiscariche sul territorio comunale. Insieme alla raccolta la ditta provvederà anche al successivo trasporto dei rifiuti presso l’impianto TMB di Sambatello (RC) o comunque entro una distanza di 60 Km dal Comune di Reggio Calabria (supponendo la regolare ricettività degli impianti metropolitani) per l’indifferenziato; e presso uno o più impianti autorizzati (da individuarsi a cura della ditta) per i rifiuti ingombranti e/o speciali.

Le attività richieste avranno una durata di circa 30 giorni e coinvolgeranno un quantitativo massimo presunto di 1.800,00 tons di rifiuti.

Ad aggiudicarsi il servizio è stata la Logan Srl, ditta specializzata di Villa San Giovanni che ha offerto un ribasso del 12,99% (1.480,00 €/viaggio, rispetto alla base d’asta di 1.700,00 €/viaggio).

A fronte di un quantitativo stimato di rifiuti da rimuovere di 1.800 tons, saranno necessari circa 130 interventi di raccolta e trasporto rifiuti verso uno o più impianti. La somma necessaria a coprire il costo del servizio ammonta a 192.400 euro (oltre IVA al 10 %), e sarà ricompresa all’interno delle previsioni del redigendo Piano Economico Finanziario relativo alla tassa sui rifiuti (TARI) per l’annualità 2021, stante ancora l’obbligo di copertura integrale dei costi del predetto servizio.

Non c’è tempo da perdere

Provveduto all’aggiudicazione, in via definitiva ma non efficace, del “Servizio di raccolta, trasporto ed eventuale trattamento/smaltimento di rifiuti solidi urbani abbandonati sul territorio comunale” Palazzo San Giorgio ha riscontrato anche l'impellenza di procedere all’avvio del servizio, rispetto a cui,

“stante i palesi profili di necessarietà e di indispensabilità di tutelare un pubblico interesse (igiene e salute collettiva), è ragionevole - anche in aderenza alla sentenza del Tar Emilia-Romagna, sez. di Bologna n. 209 del 7 marzo 2017 - la consegna anticipata in via d’urgenza dello stesso seppur in presenza di aggiudicazione definitiva ancora non divenuta efficace, avvalendosi delle previsioni derogatorie contenute nell’art. 32 co. 13 del D.lgs. 50/2016 e s.m.i., pure alla luce dell’imminente piano straordinario di rimozione dei rifiuti nelle aree urbane della Città metropolitana di RC, concertato con il Presidente f.f. e l'Assessore all'Ambiente nell’ambito della riunione del 24.02.2021 presso la Regione Calabria”.