Melicuccà, ripartono i lavori alla discarica. Falcomatà: 'Siamo in dirittura d'arrivo'

Consegnati i lavori alla seconda ditta in lista. Sopralluogo del CNR per valutare il rischio d'inquinamento delle falde alla discarica di Melicuccà

Una luce in fondo al tunnel per la discarica di Melicuccà. I lavori, che sarebbero dovuti terminare alla fine dello scorso anno, erano fermi già da un pò a causa della rescissione in danno operata nei confronti della precedente ditta aggiudicataria. La Città Metropolitana ha proceduto all'affidamento dei lavori all'impresa seconda classificata nella procedura d'appalto.

Ripartono i lavori alla discarica di Melicuccà

Questa mattina, venerdì 26 febbraio, sono stati consegnati ufficialmente i lavori di ripristino del I lotto della discarica in località La Zingara a Melicuccà, l'impianto individuato per la gestione dei conferimenti dei rifiuti per l'ATO della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Il ripristino dell'impianto, secondo quanto divulgato dalle istituzioni, dovrebbe essere avviato a partire da lunedì.

I controlli ambientali del CNR

Discarica Melicuccà

In questo periodo di stop, dalla diffida della prima ditta appaltatrice fino all'aggiudicazione di quella che dalla prossima settimana dovrà occuparsi dalla discarica, sono venuti alla luce numerosi dubbi sulla fattibilità dell'opera. In particolar modo Legambiente ed alcune istituzioni locali hanno puntato i riflettori sui potenziali rischi d'inquinamento delle falde.

A tal proposito, questa mattina è stato effettuato un primo sopralluogo dei tecnici del Consiglio Nazionale per le Ricerche per l'avvio di un programma di indagini e verifiche che interesserà il bacino imbrifero ed idrogeologico che alimenta la sorgente Vina.

Falcomatà: "Non ci vorrà molto per l'apertura"

Al sopralluogo alla presenza dei rappresentanti del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dell'impresa che eseguirà i lavori, e dei tecnici del Settore Ambiente della Città Metropolitana Pietro Foti e del Dipartimento Ambiente della Regione Calabria Vincenzo De Matteis, era presente anche il Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà.

"La salute e la sicurezza dei cittadini viene prima di tutto - ha spiegato il sindaco a margine del sopralluogo - qualche giorno fa abbiamo concordato con l'assessore regionale all'ambiente De Caprio di affidare al CNR, autorità scientifica nazionale del settore, il compito di effettuare ulteriori verifiche sulle falde acquifere circostanti. Ora che siamo davvero in dirittura d'arrivo per i lavori di completamento di questo impianto, vogliamo essere certi in tutto e per tutto che non ci sia alcun rischio di tipo ambientale per la salute dei cittadini che abitano le aree circostanti. Mentre il CNR effettuerà tutte le ulteriori verifiche necessarie, si procederà all'affidamento all'impresa per il completamento dell'impianto, in condizioni di totale sicurezza”.

“Continueremo a seguire i lavori nelle prossime settimane – ha concluso il sindaco - non ci vorrà molto per l'apertura di un impianto che risulterà davvero strategico, insieme agli altri correttivi che abbiamo messo in campo in collaborazione con la Regione, per la risoluzione dell'emergenza rifiuti su tutto il territorio metropolitano".