Ripartenza scolastica, genitori della Caterina Troiani aderiscono a ‘ Rumore Educativo’

L’appello dei genitori di una scuola reggina

Le scuole paritarie svolgono una funzione fondamentale nel nostro sistema scolastico e sociale in quanto realizzano un servizio pubblico, attraverso cui si attua la libertà di scelta educativa di tanti genitori, contribuendo, altresì, ad alleviare il carico già oneroso delle scuole pubbliche.

E’ per questo che noi genitori della Caterina Troiani (Scuola paritaria di Reggio Calabria)  sosteniamo la nostra scuola che ha aderito all’iniziativa “Rumore Educativo” promossa dalle Presidenze Nazionali dell’USMI e della CISM, a fronte delle enormi difficoltà che le scuole paritarie stanno affrontando in questo periodo, anche per il mancato pagamento delle rette da parte di molte famiglie falcidiate dall’attuale crisi economica.

E’ indispensabile un intervento concreto e ben più strutturato da parte del Governo che impedisca la chiusura delle paritarie, onde evitareuna desertificazione dell'istruzione privata e un’accentuazione del carattere monopolistico statale dell'insegnamento”.

Noi genitori della Caterina Troiani abbiamo trovato nella nostra scuola un ambiente di assoluta serenità per i nostri bambini, caratterizzato dall’accoglienza dei piccoli e dei grandi; una scuola che mette al centro della proposta educativa il bambino e determinati valori che nella società moderna altre strutture scolastiche non offrono più, occupate a fare della Scuola “un’impresa”.

Varcato il cancello verde che separa questa piccola oasi dal resto della città e che garantisce la sicurezza anche fisica dei nostri figli,  sembra di entrare in un piccolo mondo antico, con il suo largo cortile che accoglie i bambini festanti, lasciati liberi di giocare e socializzare durante la ricreazione e che consente la comunione dei bimbi di tutte le classi in un momento di grande valenza umana.

All’uscita, i sorrisi dei nostri figli ci accolgono, segno che l’ambiente scolastico è adeguato alle loro istanze emotive, non senza la giusta severità sapientemente dispensata dagli insegnanti in questa fase così delicata del loro cammino di crescita come uomini e cittadini.

Anche i momenti di socializzazione delle famiglie, con iniziative spirituali ma anche ricreative, coinvolgono attivamente i genitorirendendoli parte  di una comunità che restituisce alla Vita la sua più intima essenza.

Speriamo quindi che il Governo si attivi con aiuti più tangibili perché realtà come la scuola Caterina Troiani possano continuare ad esistere e a fornire il loro servizio didattico-educativo con grande arrichimento per la Società.