Smart road per Villa San Giovanni: Catalfamo annuncia l'avvio dei lavori

L'assessore regionale ai trasporti ha annunciato l'inizio dei lavori nel tratto compreso tra lo svincolo di Villa San Giovanni e gli imbarchi per la Sicilia

«Al via i lavori della “Smart road” nel tratto compreso tra lo svincolo di Villa San Giovanni e gli imbarchi per la Sicilia».

Lo annuncia l’assessore regionale alle Infrastrutture Domenica Catalfamo.

«Il progetto, di grande rilevanza tecnologica – riferisce una nota dell’assessorato –, verrà realizzato da Anas per un importo di 2,5 milioni di euro, finanziato per 2 milioni dalla Regione Calabria con fondi Pac 2014-2020 e per 500mila dalla Commissione europea nell’ambito dei fondi Cef (Connecting Europe facility)».

Il progetto della Smart road

«Il progetto – è scritto ancora – prevede la realizzazione dell’infrastruttura “Smart road” attraverso l'installazione in itinere delle postazioni polifunzionali e delle tecnologie di connettività, di sorveglianza e controllo lungo le rampe di accesso verso l’area imbarchi di Villa San Giovanni, trasformando l'infrastruttura stradale in una vera e propria infrastruttura digitale. Grazie al “dialogo” tra la strada e i veicoli si potrà migliorare ulteriormente la sicurezza, ridurre l’incidentalità, aumentare il comfort di viaggio e l’info mobilità».

Trasformazione digitale per Villa San Giovanni

«La trasformazione digitale – viene spiegato – prevede oltre l’installazione di avanzati sistemi di telecomunicazione, la realizzazione di opportune piattaforme abilitanti i servizi C-Its e in grado di raccogliere e gestire i dati provenienti da veicoli/sensori. In estrema sintesi, con la realizzazione di un sistema avanzato, integrato con i sistemi informativi delle società di navigazione, si avrà la possibilità di fornire dati di infomobilità agli utenti tramite l’app Smart road su cui si avranno, ad esempio, informazioni in merito a limiti di velocità, condizioni del traffico, segnalazione di veicoli contromano, lenti o fermi, presenza di mezzi di soccorso».

Sistema di monitoraggio e maggiori standard di servizio

«Si realizzerà – informa ancora l’assessorato – il monitoraggio in real time anche per la valutazione delle code in accesso all’imbarco per la Sicilia nel porto di Villa San Giovanni. I dati della Smart road saranno resi fruibili agli utenti, secondo le policy Anas di diffusione dei dati e nel rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali, tramite l’app Smart road o attraverso dispositivi presenti a bordo veicolo».

L'assessore Catalfamo sottolinea «l'importanza, anche ai fini sperimentali, dell'applicazione di questa tecnologia in un accesso strategico della A2, i cui utenti potranno già fruire dell'incremento degli standard di servizio e di sicurezza dalla fine del prossimo mese di luglio».

Infine, come da proposta già avanzata al ministero dei Trasporti, si insisterà «perché – conclude la nota – il Governo finanzi nel Pnrr l’estensione delle Smart road a tutta la rete primaria calabrese, autostrade e strade di grande comunicazione».