Stagione turistica 2020, Mancuso (Lega): 'Risolvere problema delle concessioni demaniali'

Il consigliere regionale della Lega chiede di implementare le superfici degli stabilimenti balneari

“Di fondamentale importanza per la stagione turistica 2020 sarà la risoluzione dei problemi dei concessionari di arie demaniali sull’intero litorale calabrese”.

E’ quanto afferma il consigliere regionale Filippo Mancuso (Lega – Salvini).

“E’ risaputo – evidenzia - che tante saranno le restrizioni che dovranno affrontare gli operatori in questa stagione caratterizzata dall’emergenza covid, dal distanziamento sociale, che porterà le strutture balneari a ridurre in maniera considerevole la loro capacità ricettiva sia in spiaggia che nelle aree adibite alla somministrazione all’attenersi alle norme di sanificazione degli ambienti. Sarà necessario – argomenta il consigliere della Lega – Salvini - che gli imprenditori possano implementare le loro superfici utili in concessione nell’intento di poter mitigare il più possibile la riduzione di recettività, garantendo così gli standard di sicurezza parallelamente alla dotazione per la clientela. Ovviamente senza penalizzare le spiagge libere che dovranno mantenere almeno le percentuali previste dalla legge”.

“Altra problematica di non minore importanza – aggiunge Filippo Mancuso - riguarda il rinnovo al 2033 di tali concessioni demaniali che vede la loro scadenza naturale al 31 Dicembre 2020. Come può un imprenditore pianificare investimenti – si chiede l’esponente della Lega – Salvini - se non ha la certezza di poterli ammortizzare in un congruo periodo di tempo.  C’è un diverso atteggiamento tra Comuni della Calabria, tra chi ha già rinnovato le concessioni e chi ancora non ha fatto nulla. E’ quindi necessario un intervento unitario, cosi come ha già proposto – rivela il consigliere Filippo Mancuso - l’assessore regionale Assessore alle Infrastrutture, Pianificazione e sviluppo territoriale, Pari opportunità,  Domenica Catalfamo, che si è fatta  promotrice, assieme agli assessori  omologhi di altre regioni italiane,  di una sollecitazione al Governo per l’emanazione di un provvedimento che restituisca unitarietà a tutte le regioni”.

“L’Assessore – conclude Mancuso - ha comunque  fatto annunciato  che al prossimo consiglio porterà un emendamento per consentire ai comuni di concedere più aree a seguito dell’emergenza covid-19, anche se autonomamente gli stessi comuni possono derogare in completa autonomia”.