Villa San Giovanni, torna in libertà il primo cittadino Giovanni Siclari

Per lui divieto di dimora nel comune di residenza

Il Tribunale della Libertà ha revocato gli arresti domiciliari a Giovanni Siclari, primo cittadino di Villa San Giovanni.

Lo scorso 17 dicembre, nell'ambito dell'inchiesta di Carabinieri e Procura di Reggio Calabria, Siclari era stato coinvolto, insieme ad altri 11 indagati, accusati di corruzione per aver favorito la società Caronte.

All'indomani dell'arresto per effetto della legge Severino Siclari era stato sospeso dalla carica di primo cittadino. Sospensione che sarà confermata per via del fatto che a Siclari è stato notificato il divieto di dimora nel comune di residenza.

"Abbiamo piena fiducia, come sempre, nel lavoro dei magistrati e attendiamo la fine di questo percorso giudiziario con grande fede e sempre dalla parte dello Stato". Le parole del fratello, il senatore Marco Siclari.

La decisione è stata assunta dal Tribunale del Riesame di Reggio che ha accolto parzialmente il ricorso dei difensori. I legali avevano chiesto la revoca totale della misura cautelare.