Volley - La Tonno Callipo continua il lavoro da casa

"È complicato non potersi allenare in palestra. Abbiamo cercato di adattarci alla situazione"

Mentre tutto il Paese rimane a casa, unito per combattere l’emergenza Coronavirus, anche il mondo agonistico della pallavolo resta fermo. Dopo la decisione della Lega Pallavolo Serie A di mettere in pausa il campionato di Superlega, il club del presidente Pippo Callipo, nel rispetto delle norme, ha previsto anche la sospensione di tutte le attività in palestra fino a nuovo ordine. Non per questo però si è smesso di “lavorare”In attesa di capire come si evolverà la situazione e conoscere quale sarà l’epilogo di questa stagione assolutamente inedita, la squadra calabrese continua ad allenarsi ricorrendo all’ausilio della tecnologia. L’obiettivo primario da perseguire è non perdere la forma fisica.

Lo staff tecnico ha fissato appuntamenti di video call per svolgere sessioni di allenamento “domestico”. Dunque, non solo ore sul divano davanti alla tv, a leggere fumetti, libri e riviste o a giocare ai video games. I giocatori della Tonno Callipo sono quotidianamente impegnati a seguire un piano di lavoro che permette loro di tenersi attivi anche in un momento in cui i ritmi sono molto più blandi rispetto a quelli a cui sono abituati durante la stagione agonistica. Escluso il lavoro di tecnica, che per ovvie ragioni ora è impossibile svolgere, si è trovato il metodo per permettere a Baranowicz e compagni, senza spostarsi dalle proprie abitazioni, di praticare l’attività fisica e riuscire a mantenere la forza e la tonicità muscolare.

È complicato non potersi allenare in palestra. A casa spesso non si hanno a disposizione i mezzi per farlo, ma non per questo ci siamo persi d’animo. Abbiamo cercato di adattarci alla situazione. Per la seduta di pesi abbiamo previsto esercizi col carico naturale, e per i sovraccarichi cerchiamo di sfruttare materiale che tutti abbiamo dentro casa, come le bottiglie d’acqua o di detersivi. A quest’attività alterniamo sedute di aerobica per addominali e movimenti dinamici a corpo libero” ha spiegato il preparatore atletico Pasquale Piraino.

Gli incontri durano dai 40 ai 60 minuti al giorno e vedono radunarsi virtualmente la squadra che sfrutta così l'occasione anche per mantenere vivo lo spirito di gruppo.

Da parte del preparatore giallorosso è arrivata anche qualche raccomandazione sull'alimentazione: “Bisogna evitare assolutamente i fritti, le pietanze grasse, ed anche i dolci, e le bevande gassate”.

Ma questo un vero sportivo lo sa bene!