Conoscere se stessi e superare i traumi: i 10 motivi per andare dallo psicologo

Nonostante le rivoluzioni compiute dall'uomo, andare dallo psicologo risulta ancora 'strano'. E se così non fosse? La spiegazione della dott.ssa Francesca Frattima

“I diritti – verso se stessi, verso gli altri – sono universali e connaturati all’Umanità, ma sono frutto di conquiste dei singoli e delle comunità. Tutti i diritti universali – che danno sostanza all’essere umano e all’Umanità nel suo complesso – sono forti ma delicati, richiedono cura, attenzione e partecipazione, si sviluppano con noi.

La psicologia aiuta le persone a conoscere e riconoscere i diritti propri e altrui, a farli crescere e a difenderli, a viverli e farli vivere”.

Nel giorno in cui si celebra la Giornata nazionale della Psicologia, gli esperti del settore abbracciano la comunità aprendo le porte dei loro studi e mettendo a disposizione degli italiani il loro infinito sapere.

La psicologia è una particolare scienza che, se utilizzata nel giusto modo, è in grado di migliorare, infinitamente, la vita quotidiana di ogni persona. L'obiettivo? Spezzare i tabù che, da decenni, ruotano intorno ad una delle materie più chiacchierate al mondo.

Nonostante le rivoluzioni e gli immensi passi avanti fatti dall'uomo, andare dallo psicologo risulta ancora 'strano'. Ma se così non fosse?

I 10 MOTIVI PER ANDARE DALLO PSICOLOGO

Conoscere meglio se stessi

Ognuno di noi pensa già di conoscersi bene, ma non è così. Affrontando un percorso insieme allo psicologo si impara giorno dopo giorno a conoscere meglio se stessi, a scoprire nuovi lati di sé, nuove potenzialità. Comprendere meglio il proprio io del passato, tra ricordi definiti e altri del subconscio, identificare ed amare il proprio io del presente, e delineare quello del futuro.

Assumere consapevolezza

Raggiungere una nuova e rafforzata consapevolezza di sé, degli altri e di ciò che fa parte della nostra vita e che ci circonda (famiglia, lavoro, relazione sentimentale).

Imparare a gestire ansia e stress

Ognuno di noi viene messo giornalmente sotto pressione da eventi forti che ci segnano, spesso anche inaspettati. Grazie all’aiuto di uno psicologo sarete in grado di affrontare momenti di ansia e periodi di stress che apparentemente potrebbero sembrarvi insuperabili.

Superare un trauma o un dolore in maniera corretta

Nella vita di ogni persona ci sono gioie e dolori. Un lutto, una separazione, una perdita, un fallimento, un incidente. Lo psicologo riuscirà insieme al paziente ad elaborare il trauma o il dolore, per poi affrontarlo e superarlo in maniera graduale ed equilibrata.

Imparare a mettere se stessi al primo posto

Spesso si tende ad aiutare troppo gli altri, i familiari, i figli, un amico, un collega, trascurando se stessi. Un’altra dinamica ricorrente potrebbe essere l’annullamento di se stessi in un determinato posto di lavoro a causa di un titolare tiranno. Oppure ancora capita spesso di vedere alcune relazioni di coppia disfunzionali, in cui uno dei due partner annulla il proprio io, dinnanzi all’altro. Durante la terapia impara a conoscere i propri diritti, amare e rispettare se stessi, mettendosi sempre al primo posto, senza mai essere troppo egoisti.

Sentirsi più leggeri

Quanti di voi avrebbero bisogno di parlare della propria vita a qualcuno? Raccontare di un problema, di un disagio, ma anche perché no, di un successo importante nella propria vita. Quanto potrebbe farti stare meglio dire ad alta voce quella cosa che non sei mai riuscito a dire a nessuno? Ecco perché lo psicologo è qui per te. Pronto ad ascoltare ogni tuo pensiero e supportarti nel tuo percorso, per farti sentire piu leggero.

Fermarsi

Durante la terapia, tra la ricerca di se stessi e del proprio benessere, il paziente inizierà ad accorgersi dei minuscoli dettagli che lo circondano. Ad apprezzare i piccoli momenti di felicità, che spesso, ogni persona trascura, presa dalla propria vita frenetica, immersa in una società che va sempre di fretta e che impone di non fermarci mai.

Affrontare problemi affettivi

Un’amicizia troppo morbosa, un rapporto di coppia disfunzionale, problemi genitori/figli, una gelosia incontrollabile, un matrimonio al limite. I problemi in un qualsiasi rapporto affettivo possono essere affrontati e superati, insieme all’aiuto dello psicologo, che darà anche la possibilità di intraprendere un percorso di terapia di coppia, se necessario.

Imparare ad essere più produttivi

In terapia si può ritrovare la propria motivazione lavorativa, al fine di raggiungere obiettivi in maniera più concreta e consapevole, imparando ad ottimizzare i propri tempi e le proprie risorse, a risolvere problemi in tempi brevi, a lavorare in team, per poi godere a pieno del raggiungimento di un traguardo lavorativo e quindi di una soddisfazione personale.

Ristabilire equilibro, ritrovando serenità e felicità

Chiediti se sei felice. La vita è fatta per essere vissuta con serenità. Grazie ad un percorso studiato ad hoc per te possiamo trovare la felicità che ti sembrava di aver perso. E’ ancora lì e va recuperata, assaporata e goduta.

 

Fonte: dott.ssa Francesca Frattima, psicologa esperta in sessuologia clinica e terapia di coppia; scienze criminologiche e penitenziarie; grafologia. Esperta in tecniche di mindfulness in diversi ambiti.