Stele Mazzetto, le telecamere inchiodano gli autori dell'atto vandalico

Si sono accaniti sulla stele con violenza fino a distruggerla. Sono tutti minori ed hanno un'età compresa tra i 12 ed i 16 anni

Sono stati tutti compiutamente identificati e deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria gli autori dell'abbattimento della stele eretta in largo Botteghelle in memoria di Massimo Mazzetto.

Individuati gli autori dell'atto vandalico alla Stele Mazzetto

Sono in sette ed hanno un'età compresa tra i dodici ed i sedici anni. Per altri due minori potrebbe essere ipotizzato il concorso morale. Grazie ad una telecamera di videosorveglianza e ad una paziente e certosina attività di pedinamento ed osservazione, gli uomini della Polizia Locale reggina diretti dal Comandante Zucco, hanno dato un volto a tutti i protagonisti della triste vicenda.

Scarsa collaborazione

L'atto vandalico è stato perpetrato in due distinte fasce orarie di domenica 14 marzo, e alcuni dei deferiti hanno partecipato ad entrambi i momenti, accanendosi contro la lastra commemorativa con violenza cieca fino a distruggerla completamente. Durante la fase di indagine si è registrata una scarsissima propensione alla collaborazione da parte di alcuni soggetti che potevano fornire informazioni utili all'identificazione dei responsabili, rendendo più ardua l'attività degli operatori che comunque sono riusciti a fare totale luce sull'accaduto.