Medici specializzandi cercasi: l'appello di Occhiuto a lavorare in Calabria

"Speriamo - ha detto il Presidente - che questa nostra manifestazione possa essere presa in considerazione da tanti giovani medici provenienti dalla nostra Regione e da tutto il Paese"

“Cerchiamo medici specializzandi in Regione Calabria“.

A comunicarlo è il Presidente Roberto Occhiuto che, nei giorni scorsi, sul fronte sanità aveva fatto molto discutere per l’accordo che prevede l’arrivo, già dal mese di settembre, di medici cubani in supporto alla Calabria che, ormai da decenni, vive in un costante stato di carenza di personale sanitario.

La notizia, però, non è stata accolta con il successo sperato. A storcere il naso sono stati anche gli ordini dei medici, poi incontrati dal Governatore, per trovare una soluzione “migliore”. Da qui l’appello ai medici specializzandi d’Italia a partecipare al bando che permetterebbe loro di prestare lavoro per la Calabria.

Il bando calabrese per i medici specializzandi

“Il progetto avviato con il governo di Cuba per non chiudere gli ospedali e per gestire le emergenze va avanti – ha spiegato il Presidente Occhiuto. Allo stesso tempo procediamo spediti nella ricerca di medici italiani che vogliano lavorare in Calabria”.

Nello specifico, ha aggiunto Occhiuto, “cerchiamo per tutti gli ospedali calabresi specializzandi in:

  • chirurgia d’accettazione d’urgenza;
  • medicina;
  • pediatria;
  • anestesia e rianimazione;
  • chirurgia generale;
  • medicina interna;
  • geriatria;
  • malattie dell’apparato cardiovascolare;
  • ginecologia e ostetricia;
  • radiodiagnostica;
  • ortopedia e traumatologia;
  • nefrologia;
  • oncologia;
  • malattie dell’apparato respiratorio;
  • chirurgia vascolare;
  • chirurgia toracica;
  • psichiatria;
  • neuropsichiatria infantile.

“Speriamo – ha concluso il Presidente – che questa nostra manifestazione possa essere presa in considerazione da tanti giovani medici provenienti dalla nostra Regione e da tutto il Paese”.

Per l’avviso, CLICCA QUI.