Ballottaggio Reggio, Lamberti ai 2 candidati: 'Diteci i vostri compagni di viaggio'

Colpo basso al centrodestra con la ricondivisione di un nostro vecchio articolo. Lamberti non ci sta e rilancia

Ad uno schiocco di dita dal tanto atteso ballottaggio Falcomatà - Minicuci, può succedere (e succede spesso) che qualcuno possa approfittare di dichiarazioni 'datate' dell'uno o dell'altro politico come strumento per conseguire particolari fini elettorali.

Se poi quelle dichiarazioni sono state rilasciate pubblicamente da noti personaggi del territorio, chi intende approfittarne, ha davvero gioco facile per ingannare i lettori meno attenti.

Succede che in questi giorni e in queste ore, 'impazza' su FB, un nostro pezzo che riprende alcune dichiarazione rilasciate dal dott. Eduardo Lamberti Castronuovo a CityNow circa due mesi fa (5 agosto 2020).

Centinaia di ri-condivisioni di un articolo ormai 'vecchio' fanno effetto e creano opinione. Ma il dott. Lamberti non ci sta e puntualizza:

"Falcomatà e Minicuci smettetela di utilizzare 'mezzucci' e diteci con chi volete andare a governare. Chi ad oggi utilizza e condivide quelle mie dichiarazioni, che vanno contestualizzate a quel particolare momento pre-elettorale in cui io ero il candidato del centrodestra, si dimostra non all'altezza ed il gesto è semplicemente disgustoso - spiega il dott. Lamberti - Ad oggi il 34% dei votanti ha votato Minicuci e dunque oggi va rispettata la persona e non mi interessa più chi rappresenta e si è dimostrato un signore. Sono sempre stato rispettoso dell'opinione e della volontà della gente ed oggi guardo con attenzione quello che sta succedendo".

Il dott. Lamberti torna poi sull'appello già lanciato dal vescovo Morosini.

"Mi affianco alle parole di monsignor Morosini, che rappresenta il mondo della Chiesa, del prof. Amato che rappresenta la cultura e di Nucara che rappresenta la politica. Chiesa, cultura e politica hanno un'unica richiesta che a mio avviso dovrebbe essere la richiesta dei reggini: 'dimmi con chi vai e ti dirò chi sei'. Diteci con chi andate a governare".

Quanto alla condivisione del vecchio articolo dal titolo 'Comunali Reggio, Lamberti: 'Chi vota Minicuci è un traditore. Reggio ad un reggino' il dott. Lamberti precisa:

"Oggi quella dichiarazione è fuori dal contesto. E' stata rilasciata ancora prima dell'ufficialità delle candidature. A me non andava che la Lega imponesse a Reggio Calabria il candidato a sindaco, adesso però i cittadini si sono espressi e il 34% dei votanti hanno superato l'idea che Minicuci sia il rappresentante della Lega. D'altronde la Lega ha preso poco più del 4% e dunque non ha senso oggi utilizzare quella battuta fatta in tempi differenti".

Voltata pagina rispetto alle dichiarazioni di qualche tempo fa oggi il dott. Lamberti (e non solo) vuole sapere chi sono le persone che formeranno la squadra di governo. Si attendono dunque sei giorni di fuoco.

E non si escludono, da entrambe le parti, altri 'colpi bassi' come fatto con il ritorno di un vecchio articolo sui social.