Bilancio del Comune, giornata decisiva. In arrivo diffida, proroga... o commissario ?

Il tempo corre, si attende il rendiconto a Palazzo San Giorgio. Versace sollecita l'assessore Calabrò

Bilancio del Comune di Reggio e approvazione del rendiconto, si attendono segnali concreti da Palazzo San Giorgio. Gli uffici sono al lavoro da giorni in modo intenso: una volta sforato il termine di legge del 30 aprile, si è avviata una costante interlocuzione con la Prefettura, che segue passo passo le attività dell'amministrazione.

"Il Tuel prevede l'arrivo di una diffida con un termine perentorio, diffida che però non è ancora arrivata. Siamo in stretto contatto con la Prefettura con l'intenzione di raggiungere al più presto l'obiettivo.

L'invio di un Commissario ad acta? Sono valutazioni che spettano alla Prefettura. E' una corsa contro il tempo, quest'anno ancora di più considerato che il rendiconto non è arrivato nemmeno in giunta. Ringrazio il settore di competenza per il grande impegno che ci sta mettendo". Le parole dell'assessore Calabrò, seppur di una settimana fa, sono ancora valide. Di sostanziali passi in avanti infatti non se ne sono registrati.

L'amministrazione comunale, secondo quanto raccolto da CityNow, si è data il termine del 31 maggio per l'approvazione del bilancio previsionale, per quel traguardo però mancano prima diversi ostacoli ancora da superare. Rendiconto e schema di bilancio i primi step, ancora non arrivati in giunta.

Il sindaco f.f. della Città Metropolitana, Carmelo Versace, sollecita l'assessore Calabrò nei dialoghi interni alla maggioranza. "Vorremmo condividere qualcosa per arrivare di arrivare alla fine senza avere il tempo di discutere qualcosa. Chiedo all'assessore Calabrò di informare i capigruppo di eventuali ritardi del settore", la sintesi del pensiero di Versace, con rumors che spifferano di un Assessore al Bilancio 'isolato' e in mezzo a una tempesta. Mare agitato anche da correnti interne. Il consigliere Quartuccio infatti, in caso di mancata condivisione e un dialogo sulla questione del bilancio previsionale, sembrerebbe non aver escluso un voto a sfavore.

Non si tratta di un film horror, ma la giornata di venerdi 13 disegnerà scenari importanti e sposterà equilibri all'interno di Palazzo San Giorgio. Si attendono infatti le decisioni del Governo, rispetto alla proroga da concedere alle amministrazioni in ritardo con il rendiconto (tra i quali Reggio Calabria). Trapela ottimismo, ma al contempo il Piano B ha contorni chiari: in caso di assenza di proroga concessa da Roma (e di una diffida ufficiale da parte della Prefettura) si spalancherebbero le porte del Commissario ad Acta.