Covid a Reggio: 10 positivi nel bollettino del GOM

Alcuni soggetti sono risultati negativi al secondo controllo

La Direzione Aziendale del G.O.M. “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria comunica che nelle ultime ventiquattro ore sono stati sottoposti allo screening per CoViD-19 353 soggetti.

Di questi, 10 sono risultati positivi al test. Si tratta dei 9 già comunicati nella serata di ieri, tra cui vi erano 3 dipendenti dell'Ospedale, e di 1 riscontrato, invece, questa mattina.

Tre delle 9 persone segnalate ieri sono risultate negative al secondo controllo, necessario per la conferma definitiva di un caso, anche in considerazione della bassa carica virale riscontrata al primo tampone.

I soggetti negativi al secondo controllo sono 2 dipendenti del G.O.M. ed un paziente ricoverato in Ospedale.

Sono stati completati i tamponi di controllo dei pazienti e del personale ospedaliero, principalmente dei reparti potenzialmente esposti al contagio, i cui esiti dovrebbero essere disponibili entro i prossimi due giorni.

In seguito ad una dimissione effettuata nelle ultime ventiquattro ore, solo un paziente positivo al CoViD-19 risulta ricoverato in degenza ordinaria nell’Unità Operativa di Malattie Infettive.

I pazienti accolti finora dal G.O.M. sono 97 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 103 ricoveri).

I pazienti deceduti sono 16 (altri tre decessi si sono verificati al di fuori dell’Ospedale di Reggio Calabria). I pazienti clinicamente guariti salgono a 80.

Non è certo compito né intenzione del G.O.M. ammonire circa i comportamenti sociali da adottare. Tuttavia, una corretta comunicazione istituzionale svolge anche una funzione pedagogica che non può essere trascurata.

È, quindi, dovere di chi ha contezza della situazione assistenziale esortare tutti, in particolare i giovani, a non abbassare la guardia anche al fine di non vanificare la mole di sforzi compiuti fino ad oggi ed avvertire circa i rischi che possono derivare da un calo dell’attenzione relativo alle precauzioni da tenere nei momenti conviviali.

Allo scopo di una prevenzione seria ed efficace il G.O.M. suggerisce, in particolare ai giovani, l’utilizzo dell’applicazione “IMMUNI”, come d’altronde indicato dalle Istituzioni nazionali, quale strumento di tutela volto ad agevolare la ripresa di uno stile di vita che contemperi i diritti degli individui con il dovere sociale di adottare atteggiamenti responsabili, a tutela di se stessi e dei soggetti più vulnerabili.

Si continua, pertanto, a raccomandare il rispetto delle misure di prevenzione del contagio ed in particolare il distanziamento interpersonale.

Per informazioni o in caso di sintomi sospetti si esorta a non recarsi al Pronto Soccorso, ma di contattare il numero Verde 1500 del Ministero della Salute e il numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria.