Bonforte (PD Reggio): 'Consegnato il materiale umanitario da inviare in Ucraina'

La segretaria Valeria Bonforte, a margine dell’iniziativa, ha avuto modo di incontrare due donne ucraine

Nella giornata di martedì scorso, alla sede metropolitana del Pd, è avvenuta la consegna del materiale umanitario raccolto durante le precedenti settimane. Medicine igienizzanti, pannolini, siringhe antiinfiammatori, bende, garze disinfettanti sono state consegnate ai rappresentanti della Comunità ucraina di Reggio Calabria.

Alla consegna, organizzata dalla segretaria cittadina Valeria Bonforte, erano presenti, oltre ai cittadini e ai volontari che l’hanno resa possibile, anche il presidente del Consiglio comunale Enzo Marra, il consigliere comunale Franco Barreca e il segretario metropolitano Antonio Morabito.

La segretaria Valeria Bonforte, a margine dell’iniziativa, ha avuto modo di incontrare due donne ucraine: Tatiana, 50 anni, la quale abita da oltre 20 anni a Reggio Calabria e ben inserita nella nostra città lavora ed ha tre figli, tutti in Italia; Elena, invece, di anni ne ha 35 due figli adolescenti ed ha lasciato il suo paese scappando e mettendosi in contatto con i suoi amici reggini. Ha dovuto lasciare suo marito che è panettiere e come tutti gli uomini non ha potuto lasciare l’Ucraina in guerra.

«Insieme a loro – spiega Valera Bonforte - abbiamo inscatolato il materiale e i beni che partiranno con i mezzi organizzati dalla comunità e dai volontari giovedì sera, con la speranza che li facciano passare. Si è trattato di un momento molto importante e intenso che rappresenta bene lo spirito con il quale il Pd sta affrontando la grave emergenza internazionale in atto. Oltre al no deciso alla guerra – dice ancora Bonforte – servono iniziative concrete per provare ad aiutare il popolo ucraino, che senza alcuna responsabilità, si trova a vivere una tragedia immane».

«La riorganizzazione del Pd sta dando i suoi primi e rilevanti risultati positivi – conclude Bonforte – e le tante iniziative messe in cantiere nelle ultime settimane hanno visto crescere entusiasmo e partecipazione, oltre ad avviare una preziosa rete di solidarietà che verrà ancora arricchita con l’avvio del “Progetto accoglienza profughi” che vedrà coinvolti in prima fila i circoli dem. Lungo questa strada proseguiremo a lavorare per far tornare il Pd reggino centro della vita politica e luogo di confronto per gli iscritti e tutti i cittadini».