Bova, 'celebrazioni Dantesche': successo per l'iniziativa

Si è conclusa l'iniziativa dedicata a Dante Alighieri, promossa dal Comune di Bova, con Poste Italiane ed Istituto Euclide di Bova Marina

Si è conclusa con successo l'iniziativa dedicata a Dante Alighieri, promossa dal Comune di Bova in collaborazione con Poste Italiane ed Istituto di Istruzione Superiore Euclide di Bova Marina.

L'evento

La giornata, iniziata nel cuore del centro storico con l’inaugurazione di un’installazione dedicata a Dante Alighieri a cura del maestro Antonio Pujia Veneziano, è proseguita nei locali della biblioteca comunale "Franco Mosino". Ad aprire i lavori del convegno sono stati i versi dell'Inferno dantesco recitati da uno studente dell’Euclide.

Ad introdurre i lavori, è stato il Vicesindaco di Bova, Gianfranco Marino, che dopo una rapida illustrazione dei temi di giornata, ha passato la parola al primo cittadino Santo Casile per i saluti di rito. A seguire l'intervento di Fortunato Cuzzupoli, delegato di Poste Italiane filatelia che ha voluto rendere omaggio a Dante, riservando allo stesso tempo un'attenzione particolare al borgo di Bova. Terzo intervento è stato quello del maestro Pujia, illustrando i contenuti dell'installazione inaugurata proprio in Via Dante. Il quarto intervento, è stato quello della Prof. Margherita Festa, docente dell’Euclide.

Il cortometraggio su "La scuola che vorremmo"

La serata è proseguita con la lettura di alcuni versi del purgatorio, sempre a cura degli studenti, e con la proiezione del cortometraggio vincitore del primo premio nazionale indetto da Mondadori- Devoto-Oli riservato a tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado. "La scuola che vorremmo", questo il tema condensato in circa trenta minuti di video che, utilizzando un chiaro riferimento dantesco, è stato prodotto dai ragazzi dell’Euclide. La serata si è conclusa con la lettura dei versi del paradiso e con un buffet a cura dell’amministrazione comunale.