Brunori si racconta a Le Iene: 'È da una vita che aspetto il tour' - VIDEO

Dalla passione per la musica, passando per le origini mai dimenticate ed un matrimonio che va avanti da ben 22 anni. Il cantautore calabrese si racconta a Le Iene

Da due settimane Brunori Sas è il primo cantautore in classifica. E le irriverenti 'Iene' non hanno perso tempo ad intervistarlo per raccontare agli italiani cosa c'è dietro la figura del cantautore calabrese che, con la sua musica, ha conquistato i riflettori. Dalla partecipazione al Jova Beach Party, alla colonna sonora dell'ultimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo, passando per la candidatura ai David di Donatello, gli ultimi suoi successi sono veramente impossibili da non ricordare.

"Ho sempre avuto un'attrazione per i perdenti" confessa ai microfoni de Le Iene, eppure adesso si trova in testa alle classifiche.

“Per strada non mi riconosce nessuno, perché le mie canzoni vanno oltre la mia immagine”. E a proposito dell’immagine, Brunori si sente bello e “prestante a livello fisico”.

Livello di autostima buono insomma, tanto che si auto complimenta in calabrese:

“Sono il migliore”.

Nella simpatica intervista al cantautore non manca qualche riferimento alla città di origine ed alla terra natia, Cosenza e la Calabria.

Fa anche un medley volante di Franco Battiato, Lucio Dalla e Vasco Rossi: “A volte ho la tentazione di dire che le canzoni di ieri erano migliori di oggi”. Tra Fabri Fibra e Fedez, sceglie il primo. Vasco Rossi, Francesco De Gregori e Ultimo sono tra i suoi preferiti: “Ultimo mi ha dato del maestro, così ho capito che è una persona illuminata”.

Perché quella barba? “Vedevo che nelle donne creava un’attrazione fatale, così riuscivo a tenerle a bada”. Intanto è sposato da 22 anni. Caratteristiche della moglie? Il sorriso, l’abbraccio, il silenzio e… il braccino corto!

E ora, il 29 febbraio con la prima tappa a Vigevano, parte il suo primo tour nei palazzetti:

“È da una vita che aspetto questa cosa”.

Il tour farà tappa anche a Reggio Calabria! Per vedere l'intervista integrale, CLICCA QUI.