Calcio a 5: il Cataforio prende tutto, conquistata anche la Supercoppa

La squadra reggina si è confrontata in un triangolare con Filadelfia e Soverato

Il Cataforio confeziona il double e, dopo aver ottenuto la promozione in Serie B, ha trionfato anche nel triangolare che ha assegnato la Supercoppa calabrese. Al PalaBotteghelle, oltre i reggini, sono scese in campo anche Filadelfia e Soverato, promosse in Serie C1 dopo avere vinto i rispettivi gironi di C2. Non inganni la differenza di categoria tra le compagini: chi ha assistito alla manifestazione potrà confermare il grande equilibrio tra le squadre che hanno dato spettacolo dentro e fuori dal parquet. Migliore in campo della manifestazione è stato senza ombra di dubbio il giovane portiere del Cataforio, Angelo Calabrese, imbattuto e autore di interventi assolutamente superlativi.

FILADELFIA-SOVERATO: Nella prima partita (un solo tempo da mezz’ora, ndr) ha vinto il Filadelfia solo dopo i calci di rigore che hanno lasciato l’amaro in bocca al Soverato. Tempi regolamentari terminati 1-1, col botta e risposta negli ultimi cinque minuti, con Procopio che la sblocca per i vibonesi e la punizione di Sinopoli è vincente per i catanzaresi. Dal dischetto, poi, decisivo l’errore di Carnuccio (palo) nell’8-7 complessivo in favore degli uomini di mister Rondinelli.

CATAFORIO-SOVERATO: La seconda partita ha visto vincere di misura il Cataforio grazie al gol in avvio di gara di Alessio Labate, al secondo minuto. Soverato che ci prova, costruisce, ma pecca di precisione e trova davanti a sé un Calabrese ancora una volta in formato maxi. Il giovane portiere reggino chiude la propria porta e finirà il triangolare senza gol subiti. Nella stessa partita, occasionissime anche per Casile e Cilione.

CATAFORIO-FILADELFIA: Nella terza ed ultima partita, il Cataforio giocava con il favore di due risultati su tre; Filadelfia obbligato a vincere e gara che fila via sull’equilibrio, con occasioni da ambo le parti. Labate e Adornato minacciosi dalle parti di Iuele, poi Calabrese conferma il suo pomeriggio di grazia su Panzarella e Procopio. Lo stesso Panzarella fallisce da ottima posizione il possibile vantaggio dei suoi. Cataforio che spinge e Iuele vola per due volte su Casile, in mezzo c’è Cilione che non inquadra lo specchio per poco. nuovamente il portiere del Filadelfia la toglie dall’incrocio, sempre su Cilione, mentre Calabrese dice di no a De Cario. Labate spedisce alto di un soffio su punizione, poi l’occasionissima per capitan Cilione che fa tutto il campo in contropiede ma coglie un clamoroso palo interno a tre minuti dal triplice fischio. Si entra nel gran finale, Rondinelli se la gioca col quinto di movimento e, nel recupero, Adornato recupera palla ad Aziz, si invola a porta vuota e realizza il gol che decide la finale e consegna la Supercoppa al Cataforio (presentatosi alla manifestazione imbottito di Under19, vista l’indisponibilità tra motivi lavorativi ed infortuni, di ben quattro senior).

Cataforio, dunque, in festa e che si gode i trofei, i suoi giovani, e ora punta ai play-off Scudetto della categoria nazionale Under-19 (ai sedicesimi di finale c'è il Mirto per i ragazzi di mister Quattrone).