Reggio, case della salute: qualcosa si muove. Novità entro il mese di maggio

Le associazioni hanno puntato i riflettori sui ritardi per le case della salute di Siderno e Scilla. Le novità illustrate dall'arch. Mittica

L'incontro all'Asp di Reggio Calabria che ha visto protagonisti il portavoce di "Comunità Competente" Rubens Curia insieme a Domenica Clemensi  di "Donne Insieme", Paola Infortuna dell'Associazione "Dall'ostetrica", Antonella Occhiuto " UDI" Reggio cal., Franco Martino, Anna Romeo e Giuseppe Ieraci del "Comitato per la Casa della Salute di Siderno" hanno avuto un proficuo incontro di oltre 2 ore con Domenico Minniti Direttore Sanitario Aziendale, Domenico Carbone Direttore del Distretto di Reggio e Roberto Mittica responsabile dell'Ufficio tecnico, ha avuto un duplice obiettivo.

Discutere dell'importanza e del ripristino dei consultori familiari non era infatti l'unico scopo delle associazioni che, nella giornata di giovedì, hanno incontrato i vertici sanitari dell'Asp. L'altro fronte su cui è necessario combattere è quelle delle case della salute.

Case della salute

Nel corso della riunione è stata chiesta particolare attenzione alle Case della Salute di Siderno e Scilla per superare i gravi ritardi di oltre 9 anni che le Associazioni denunciano con forza, come puntualmente fa ogni domenica il " Comitato di Siderno".

Per quanto attiene alle Case della salute ed i 18 milioni di euro finalizzati per il loro restyling, l'architetto Mittica ha ricordato che il Commissario Scaffidi, appena insediatosi, ha sbloccato la Convenzione con Invitalia, ciò ha consentito che entro fine maggio andranno a bando le gare per la scelta della ditta che dovrà elaborare i progetti esecutivi, le Associazioni hanno chiesto di aprire un tavolo per definire i contenuti assistenziali delle Case della Salute per dare immediate risposte ai bisogni di salute della popolazione che in questi anni si è sentita abbandonata.

Le Associazioni hanno constatato un atteggiamento di confronto e collaborazione da parte del management aziendale e, pertanto, hanno chiesto che ci siano ulteriori incontri tematici di approfondimento.