Chi è Giovanni Bombardieri, Procuratore Capo di Reggio Calabria

Bombardieri è succeduto a Federico Cafiero De Raho, attuale Procuratore nazionale antimafia

Giovanni Bombardieri, nato a Melito di Porto Salvo (Reggio Calabria) il 26 novembre 1962 è l’attuale Procuratore capo di Reggio Calabria.

NOMINA

È stato nominato all’unanimità dal plenum del Consiglio superiore della magistratura (Csm) l’11 aprile del 2018, che ha accolto la proposta fatta anche il quel caso all'unanimità il 29 marzo dello stesso anno dalla Commissione incarichi direttivi. Bombardieri è succeduto a Federico Cafiero De Raho, attuale Procuratore nazionale antimafia.

La figura che è a capo della Procura della Repubblica è il Procuratore il quale è un Magistrato che svolge il ruolo di Pubblico Ministero. Il Procuratore gode della titolarità esclusiva dell’azione penale e la esercita sotto la propria responsabilità nei modi e nei termini fissati dalla legge. Tale responsabilità richiede inoltre un allineamento con l’operato del suo ufficio che è appunto organizzato per assicurare un corretto, puntuale ed uniforme esercizio dell’azione penale, nonché il rispetto delle norme sul giusto processo.

CARRIERA

Giovanni Bombardieri ha cominciato la carriera come giudice a Locri. È stato poi sostituto alla Procura di Roma, dove è rimasto sino al 2012, quando è stato nominato Procuratore aggiunto a Catanzaro. Si è occupato di inchieste di 'ndrangheta ed ha attualmente la competenza sulle indagini in materia di terrorismo. Quando era pm a Roma, è stato titolare dell'inchiesta Broker-Mokbel, che ha portato all'emissione di 60 provvedimenti di custodia cautelare, uno dei quali a carico del senatore Nicola Di Girolamo.