Come preparare i petrali di Natale: la ricetta

I petrali di Natale sono un dolce tipico di Reggio Calabria. Ecco la ricetta

petrali di Natale sono un dolce tipico di Reggio Calabria. Speciali 'biscotti' che non possono, assolutamente, mancare sulle tavole calabresi durante il periodo natalizio.

I petrali sono un prelibato mix di ingredienti: una frolla friabile, ripiena di frutta secca, a forma a mezza luna, ricoperta spesso da palline di zucchero colorate. Grazie al sapore dei fichi ammorbiditi, macerati nel caffè e nel liquore, e alla croccantezza della frutta secca tostata e i pezzetti di cioccolato aggiunti, i petrali di Natale hanno davvero un gusto ed un profumo unico.

LA RICETTA

INGREDIENTI PER LA FROLLA

  • 1 kg di farina 00;
  • 400 gr di zucchero a velo vanigliato;
  • 400 gr di burro;
  • 3 uova;
  • la buccia di un limone grattugiata;
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • aroma vaniglia.

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

  • 1 kg di fichi secchi;
  • 100 gr di miele;
  • 50 gr di marmellata di albicocche;
  • 50 gr di crema alla nocciola;
  • 100 gr di noci tostate e tritate;
  • 100 gr di mandorle tostate e tritate;
  • buccia di arancia grattugiata;
  • 200 gr di zucchero;
  • 200 ml di vino cotto (sapa);
  • 20 gocce di olio essenziale di mandarino per uso alimentare;
  • 200 ml di caffè;
  • 150 gr di uvetta

PER DECORARE

  • 200 gr di cioccolato fondente;
  • palline arcobaleno

PREPARAZIONE (PER CIRCA 50 PETRALI)

Mettere i fichi secchi a bagno in acqua per 24 ore e l’uvetta per 1 ora. Scolare tritare al mixer e trasferire in un’ampia casseruola. Aggiungere tutti gli altri ingredienti del ripieno tranne il caffè. Mettere sul fuoco e quando inizia a bollire aggiungere il caffè. Continuare a mescolare facendo bollire per una mezz’ora. Lasciare raffreddare.

Preparare la frolla impastando tutti gli ingredienti. Stendere una sfoglia di 2-3 mm e ricavare dei dischi con una tazza. Farcire i dischi di frolla con il ripieno e richiudere a mezza luna.

Cuocere in forno a 180° per 10-15 minuti.

Sfornare, lasciare raffreddare e decorare a piacere con cioccolato fondente fuso e palline arcobaleno. Ed ecco che i petrali sono pronti per essere gustati!

STORIA

L'origine di questo dolce è incerta e la tradizione vuole che la ricetta sia opera di un prete e la sua perpetua, e proprio da qui deriva il nome di petrali. Questi vengono preparati con ingredienti semplici e poveri, tra cui i fichi, che in Calabria crescono in abbondanza. I fichi infatti vengono raccolti in estate e fatti essiccare al sole sulle stuoie di canne e poi conservati per essere consumati durante l'inverno.