Comune di Reggio non mantiene ennesima promessa. Stop ai servizi delle Cooperative Sociali?

Cooperative Sociali ancora tradite dalle promesse dell'amministrazione comunale. Si va verso la sospensione dei servizi

Non si sblocca la situazione relativa ai pagamenti che le Cooperative Skinner e Libero Nucera attendono da diversi mesi da parte dell’amministrazione comunale di Reggio Calabria. Lo scorso 26 febbraio, in occasione dell’ultimo incontro tra le parti, il sindaco Giuseppe Falcomatà aveva assunto l’impegno di pagare tutte le mensilità arretrate. In particolare, si tratta dei servizi svolti da aprile a ottobre del 2018.

“E’ un obbligo, per la pubblica amministrazione, mantenere fede agli impegni presi soprattutto in un settore particolarmente delicato qual è quello dell’assistenza alle persone con disabilità”, aveva affermato il primo cittadino. Era stata fissata entro metà marzo la scadenza ultima per i pagamenti, nonostante impegni e promesse però anche questa volta non si è mosso nulla.

I crediti vantati dalle cooperative per i servizi svolti, dovevano essere pagati con i fondi di bilancio del Comune, nella programmazione 2019 gli stessi sono stati spostati per essere pagati con fondi che la Regione Calabria dovrà trasferire al Comune.

La gravissima condizione di difficoltà in cui si trovano i lavoratori e le Cooperative, non potrà che condurre alla sospensione dei servizi stessi, con ogni immaginabile conseguenza per gli utenti, le famiglie e gli stessi operatori. Si tratterebbe di una pagina tristissima per tutta la città e non solo per gli operatori coinvolti. Lasciare ancor più sole persone con disabilità è un atto quasi di crudeltà. 

La CISL FP di Reggio Calabria, se la situazione non si sbloccherà nei prossimi giorni, sarà costretta a dichiara lo stato di agitazione e una prima giornata di sciopero per giorno 25 marzo 2019. Si tratterebbe dell’ultima soluzione, quanti un tentativo disperato, prima della sospensione dei servizi.

Seguici su telegramSeguici su telegram