Tentò di dare fuoco all'ex moglie, Ciro Russo condannato anche in Appello

Arriva finalmente la sentenza tanto attesa dalla famiglia dell'ex moglie Maria Antonietta Rositani

"Qualsiasi sia il verdetto combatterò".

Aveva dichiarato ai nostri microfoni Maria Antonietta Rositani il 20 aprile 2022, giorno in cui si sarebbe dovuta esprimere la Corte d'Appello di Reggio Calabria su Ciro Russo, già condannato a 18 anni di reclusione di Reggio Calabria per aver dato fuoco nel marzo del 2019 all'ex moglie Maria Antonietta ed accusato di tentato omicidio dalla Procura che ha chiesto la conferma della condanna.

Dopo lunghe settimane di attesa finalmente è arrivato il verdetto da parte dei giudici di secondo grado.

Dopo le repliche della Procura alle arringhe difensive degli avvocati di Russo del 20 aprile, i giudici si sono ritirati in camera di consiglio.

La Corte d'Appello di Reggio Calabria ha inflitto la condanna a 18 anni e 9 mesi di reclusione accogliendo la richiesta avanzata dal sostituto procuratore generale Francesco Tedesco.

Si conclude così il secondo capitolo di una vicenda che ha condannato una giovane donna ad una vita di sofferenza che molto probabilmente non finirà mai.

Il carattere determinato e combattivo di Maria Antonietta nonchè l'aiuto di amici e familiari la aiuteranno sicuramente per provare a dimenticare quanto accaduto.