Salute, i consigli per tutelarsi con l’età che avanza

La pandemia e l’emergenza sanitaria ed economica che essa ha provocato, hanno spinto le persone a prendere maggiori precauzioni

La salute è tornata ad essere un aspetto centrale nella vita di ognuno e nessuno, come invece accadeva in passato, la prende più sottogamba. La pandemia e l’emergenza sanitaria ed economica che essa ha provocato, hanno spinto le persone a prendere maggiori precauzioni per tutelare la propria salute e il proprio benessere, soprattutto con l'avanzare dell'età.

Negli ultimi decenni, il tema dell’invecchiamento è diventato il centro di numerose politiche sociali ed economiche, in risposta ad un aumento evidente dell’aspettativa di vita. Secondo i dati diffusi da Il Sole 24 Ore relativi al 2015, infatti, la speranza di vita media nel nostro paese è di 83,49 anni, (86 anni di aspettativa per le donne e di 81,10 per gli uomini). Questi dati, di certo rincuoranti e positivi, implicano però la necessità di riconsiderare l’idea stessa di anzianità, perché da un tortuoso percorso a ostacoli essa possa diventare una fase serena, sana e felice della vita. Arrivate ad una certa età, infatti, le persone hanno bisogno di proteggersi e di essere protetti per evitare, o ritardare, i danni alla salute arrecati dall'incedere del tempo.

Quali sono allora i migliori consigli per proteggersi? I primi consigli sono inevitabilmente legati all’alimentazione. Superata la soglia dei cinquant’anni si consiglia di evitare grassi saturi e mangiare piuttosto cibi naturali, accantonando invece quelli processati. Alimenti come verdure e legumi sono indicati per accumulare le energie necessarie per affrontare la giornata. Per quanto riguarda l’attività fisica, è consigliato mantenere in funzione le articolazioni ma proteggendole sempre, senza esporle a troppi rischi dovuti al trascorrere degli anni.

Salute, i consigli per gli over 50

Sì a passeggiate e pilates, no a corse e sforzi eccessivi. È importante, poi, esercitare la mente, tenerla impegnata con attività stimolanti ma soprattutto che consentano di uscire dalla propria routine quotidiana. Esperienze nuove, lingue, strumenti musicali, ma anche giochi come cruciverba e sudoku: tutto può essere utile per contribuire a tenere in vita e attive le funzioni mentali e cognitive.

Ridurre il sodio nella propria dieta è fondamentale: il sale dei cibi pre-cotti e preconfezionati è altamente sconsigliato. Mangiare una banana, invece, equilibrerà i livelli di sodio nella dieta e ridurrà la pressione sanguigna.

Ultimo consiglio, come spiegano gli esperti di Viata sul loro sito, è quello di assumere integratori e vitamine che possano sopperire al fabbisogno giornaliero e aiutare l’organismo ad affrontare la giornata: acido folico, iodio, ferro, magnesio e zinco insieme possono fornire un sostegno completo.

In mancanza, infatti, di una dieta equilibrata e completa, l’assunzione di integratori alimentari può essere un’ottima opzione per sopperire alla carenza nutritiva.