Covid in Calabria, Siclari: 'Informato Ministro per prevenire collasso del sistema sanitario'

"È bene ricordare che, purtroppo, le patologie gravi e gravissime, cardiache, polmonari e neoplastiche, non legate al Covid, non sono scomparse"

"È assolutamente necessario ed indifferibile istituire un tavolo tecnico fra il Ministero della Salute ed i vertici della sanità calabrese, sia quelli regionali che quelli della gestione commissariale, per adottare provvedimenti urgenti per evitare che l'ondata di contagi Covid, anche gravi, determini, nel giro di pochi giorni, il completo collasso del sistema sanitario regionale calabrese. Infatti i posti ospedalieri riservati al Covid sono in esaurimento e questa circostanza si aggiunge alla carenza strutturale di risorse umane che abbiamo più volte segnalato: mancano medici specialisti, infermieri, tecnici." Lo afferma in una nota il Senatore Marco Siclari.

"Se non si interviene immediatamente, dando la possibilità di assumere specialisti medici e infermieri, la situazione, di qui a pochissimo, sarà ingestibile a tutto danno del popolo calabrese che non potrà più curarsi. È bene ricordare che, purtroppo, le patologie gravi e gravissime, cardiache, polmonari e neoplastiche, non legate al Covid, non sono scomparse. I malati gravi o cronici -prosegue- hanno subito e stanno subendo gli enormi disagi che la pandemia ha causato per l'erogazione dei servizi sanitari. Oggi siamo in piena emergenza o meglio siamo nell'emergenza dell'emergenza ed in mancanza di un intervento forte, autorevole ed efficace da parte di tutte le istituzioni competenti, è fondato il rischio che decine di calabresi saranno condannati a non avere assistenza sanitaria. Occorre attivare un piano straordinario di assunzioni nella sanità calabrese che consenta di erogare le prestazioni sanitarie necessarie. Non si può accettare inermi che la Calabra "muoia" per il combinato disposto di un'assistenza sanitaria inadeguata da decenni, povera di risorse umane, infrastrutturali, tecnologiche e finanziarie, con la terribile pandemia covid in atto. Si intervenga e si intervenga in fretta."

"Non c'è un attimo da perdere. Ho contattato il Ministero della Salute per segnalare l'emergenza e l'urgenza di affrontare la situazione, ricevendo piena disponibilità. Sono stato contattato da alcuni presidi ospedalieri calabresi ed in particolare dal GOM di Reggio Calabria. Ringrazio il Prefetto di Reggio Calabria, Dott. Mariani, che sta attenzionando la situazione, spendendosi in prima persona, rilevatane la gravità, per prevenire le possibili degenerazioni." Ha così concluso il senatore azzurro.