Cosenza, deliberato il dissesto finanziario del Comune

Il sindaco Occhiuto: “situazione debitoria ereditata dal 2011. In Calabria se non si ha coraggio non si risolvono i problemi”

Al termine di un Consiglio comunale dai toni accesi, la massima assise cittadina di Cosenza ha deliberato il dissesto finanziario del Comune bruzio.

La seduta che aveva visto una parte della minoranza non partecipare ai lavori consiliari, è riuscita a prendere avvio grazie al raggiungimento del numero legale, dando seguito alla pronuncia delle Sezioni riunite della Corte dei Conti in merito al dissesto. Sono comunque state necessarie due ore di accesa discussione per arrivare all’approvazione della delibera, con continue interruzioni, anche da parte di comuni cittadini, durante l’intervento del sindaco Mario Occhiuto.

Lo stesso, ha sottolineato che la situazione “debitoria è stata ereditata dal 2011. Non ci siamo mai lamentati, però. Ci siamo messi a lavorare e, nonostante questa ingente massa debitoria, abbiamo raggiunto risultati che mai in questa città erano stati ottenuti. In Calabria e a Cosenza - ha sostenuto ancora Occhiuto - se non si ha coraggio non si risolvono i problemi”.