Reggio, si torna a scuola in presenza: il Tar accoglie il ricorso di alcuni genitori

Il Tribunale amministrativo sospende l’ordinanza del Comune di Reggio Calabria

Gli studenti di Reggio Calabria dovranno tornare a scuola in presenza, lo ha stabilito il Tribunale Amministrativo in seguito al ricorso da parte di alcuni genitori in riferimento all'ordinanza di sospensione dell'attività didattica.

Il TAR accoglie il ricorso: sospesa la dad

Niente più dad dunque, a partire da domani, si torna fra i banchi di scuola. Pochi istanti fa, infatti, è arrivato l'accoglimento istanza sospensiva della didattica a distanza per il Comune di Reggio Calabria da parte del Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria Sezione Staccata di Reggio Calabria.

"Visto il ricorso, notificato il 16 gennaio 2022 e l'ordinanza contingibile ed urgente del 15 gennaio 2022 prot. n.3 del sindaco f.f. di Reggio Calabria, con la quale è stata disposta la "sospensione delle attività didattiche ed educative in presenza nelle scuole pubbliche, paritarie e/o private di ogni ordine e grado, ricadenti del territorio comunale", il presidente Caterina Criscenti fa sapere che il tribunale "accoglie l'istanza di misure cautelari monocratiche e, per l'effetto, sospende gli effetti dell'ordinanza sindacale n. 3 del 15 gennaio 2022. Fissa per la trattazione collegiale, la camera del consiglio del 9 febbraio".