Enzo Dascola (resp. Gallico Catona): "Puntiamo alla crescita dei nostri ragazzi"

Una lunga chiacchierata con Dascola e Reitano, responsabili del settore giovanile del Gallico Catona, utile a riepilogare quanto fatto dai ragazzi del club reggino, con la vittoria dell'ultimo torneo come ciliegina sulla torta di una…

A seguito della vittoria del torneo "Riviera Dei Cedri", disputato a Sapri ed organizzato da Tornei Giovanili Sicilia, ha parlato ai microfoni di CityNow Enzo Dascola, il responsabile del Settore Giovanile e della Scuola Calcio del Gallico Catona.

Una lunga chiacchierata utile a riepilogare quanto fatto dai ragazzi del club reggino, con la vittoria dell'ultimo torneo come ciliegina sulla torta di una fantastica stagione: "Secondo il mio modesto parere è stata una buonissima annata per quanto riguarda il settore giovanile: con l'under 18 e gli allievi abbiamo conquistato i play off, dai quali siamo stati eliminati solo nella seconda fase della post season. Con i giovanissimi invece abbiamo vinto il campionato senza perdere una partita."

"Noi - continua Dascola - puntiamo alla crescita dei nostri calciatori in un ambiente sano e pulito per poi cercare di far debuttare in prima squadra il maggior numero di ragazzi. Buona parte di quelli che adesso militano negli allievi hanno già esordito in Eccellenza. Il torneo è stato un regalo che ci siamo voluti fare per quanto fatto durante l'anno. Una volta giunti a Sapri, il "semplice" regalo si è trasformato in una lieta e vincente trasferta: abbiamo vinto tutte le gare disputate (le quattro del girone e la finalissima) senza subire goal."

"Dedichiamo la vittoria - conclude - a Giovanni Malavenda e alla moglie Emanuela che sempre sono stati al nostro fianco, e adesso a causa di problemi personali non sono potuti essere qui."

Ai nostri microfoni è intervenuto anche Nino Reitano, responsabile tecnico del Settore Giovanile del Gallico Catona: "Di campioni ne nascono pochi, noi puntiamo all'aspetto sociale. I nostri ragazzi hanno tanti valori. Grazie a questo torneo ho capito che abbiamo raggiunto l'obiettivo da noi prefissato: sono un bel gruppo, una famiglia. Anche sotto l'aspetto tecnico mi ritengo soddisfatto, ed a Sapri abbiamo dimostrato di saper anche giocare un bel calcio, dato che scendevamo in campo senza particolari pressioni. Il prossimo anno faremo la juniores, gli allievi ed i giovanissimi regionali. Il nostro è un lavoro che va avanti da sei anni."