Reggio, Democratici e Progressisti: "Precari del Comune, si aumentino le ore di lavoro"

"Allo straordinario impegno politico consegua un altrettanto importante impegno dei vertici burocratici dell’Ente"

Democratici e Progressisti Metropolitani:

"Bene le stabilizzazioni dei precari al Comune, ma è necessario aumentare sin da subito le ore di lavoro".

L'avvio alla stabilizzazione dei lavoratori

Il Gruppo Democratici e Progressisti Metropolitani, composto dai Consiglieri Comunali Mario Cardia, Marcantonino Malara, Filippo Burrone e Giuseppe Nocera saluta con favore l’avvio di una nuova stagione di stabilizzazioni delle lavoratrici e dei lavoratori precari delle leggi 31/2016 e della leggi 15/2008 da parte dell’amministrazione Comunale, ma chiede che si individui al contempo una soluzione immediata per aumentare le ore di lavoro di queste madri e padri di famiglia che, dopo decenni di precarietà lavorativa, personale e familiare hanno diritto a riacquisire in pieno dignità retributiva e stabilità economica, circostanza realizzabile soltanto aumentando le 13, 14 o 15 ore attualmente previste per la loro stabilizzazione.

L'impegno del comune

Secondo quanto dichiarato dai consiglieri del Gruppo Democratici e Progressisti Metropolitani :

"Il Comune di Reggio Calabria, con quest'azione politica ed amministrativa voluta dal Sindaco Falcomatà e sostenuta dalla maggioranza Consiliare  rilancia il proprio impegno sul terreno delle politiche per il lavoro, in particolare di quelle volte a chiudere la stagione del precariato nelle pubbliche amministrazioni, così come è già avvenuto negli scorsi anni grazie alla stabilizzazione dei 104 Lsu/Lpu, contrattualizzati dapprima a 26 ore settimanali e immediatamente dopo a tempo pieno (36 ore settimanali).

Tuttavia, allo stato attuale degli atti amministrativi, si consente solo parzialmente a questi lavoratori e alle loro famiglie di poter riacquisire la giusta dimensione di serenità, normalità e dignità, la legittima fiducia nell'avvenire, poiché una stabilizzazione a 13, 14 o 15 ore settimanali appare inferiore a quella necessaria a garantire il normale e giusto sostentamento economico e retributivo ai lavoratori ed alle proprie famiglie, anche in considerazione del lungo percorso di precariato che gli stessi hanno sofferto."

Si garantisca la dignità lavorativa

Continuano i Consiglieri Comunali:

"Pertanto, pur salutando con assoluto favore questa nuova stagione di stabilizzazioni, volta a restituire dignità ai lavoratori da troppo tempo precari, il gruppo consiliare Democratici e Progressisti Metropolitani ha messo in campo tutte le azioni politiche ed amministrative necessarie per garantire a questi lavoratori dignità lavorativa ed economica e per fa sì che gli uffici comunali competenti individuino una soluzione immediata che consenta di aumentare considerevolmente le ore settimanali di lavoro da destinare ai lavoratori precari.

È necessario, infatti, che allo straordinario impegno politico consegua un altrettanto importante impegno dei vertici burocratici dell’Ente, chiamati a seguire l’indirizzo politico ed a garantire piena dignità a questi lavoratori che da decenni attendono con ansia questo momento."