Reggio, il musical della Divina Commedia strega il pubblico in un'esplosione di emozioni

Si è concluso al PalaCalafiore l'emozionante tour che ha portato in scena il viaggio più famoso della storia in cui, tra sogno e realtà, prendono vita le suggestioni della fantasia dantesca

Brividi dal primo all'ultimo secondo della "Divina Commedia Opera Musical" che questa sera è andata in scena al PalaCalafiore di Reggio Calabria che, per l'occasione, ha vestito i panni del teatro.

Un pubblico numeroso è accorso ad ammirare l'opera del Sommo Poeta tramutata in una rappresentazione in cui a far da padrone sono state le emozioni.

La Divina Commedia Opera Musical

Divina Commedia Opera Musical 1

Un avvincente viaggio attraverso l'inferno, scalando poi la montagna del purgatorio sino a raggiungere le sfere celesti del paradiso. È stata l'avventura narrata saggiamente attraverso un musical da pelle d'oca ed effetti speciali da togliere il fiato.

Non il solito teatro, ma molto, molto di più.

Un susseguirsi di incontri con personaggi straordinari, da Virgilio a Caronte (Antonio Melissa), passando per Paolo e Francesca (Noemi Smorra), Ulisse, Guido Guinizzelli (Angelo Minoli), Pier delle Vigne (Antonio Sorrentino), Pia De' Tolomei (Mariacarmen Iafigliola) ed i tanti altri personaggi che Dante narra nel suo capolavoro. Siano essi dannati o beati, poco importa, i sentimenti suscitati nel pubblico sono ugualmente indelebili. A rendere il tutto ancor più magico la suggestiva cornice di scenografie e coreografie che hanno accompagnano le incantevoli voci di un cast d’eccezione.

Un maestoso Antonello Angiolillo ha vestito sapientemente i panni di Dante, in un'escalation interpretativa che ha portato gli spettatori a domandarsi "Sogno o son desto?". Al suo fianco Andrea Ortis, sul palco Virgilio, il maestro che accompagna il poeta per l'inferno ed il purgatorio e si dissolve, dopo un monologo, quasi per magia, alle soglie del paradiso. Un'eterea Miryam Somma ha invece interpretato Beatrice, la donna tanto amata dal poeta.

Il ritorno al teatro ed al pubblico in platea

Divina Commedia Opera Musical 6

"L'amor che move il sole e l'altre stelle".

Il sommo poeta non si riferiva di certo al teatro, ma dopo un lungo periodo lontani da palco e riflettori come potrebbero descrivere altrimenti gli spettatori la gioia infinita di tornare a sedere in poltrona?

Il miglior musical d'Italia, "La Divina Commedia Opera Musical" è sbarcato a Reggio Calabria grazie a Ruggero Pegna e Fatti di Musica che, dopo il periodo di stop dovuto al Covid, hanno provveduto a riportare il grande teatro in riva allo Stretto stregando il pubblico proveniente da tutta la Calabria.

Un'esplosione di emozioni

Divina Commedia Opera Musical 2

"La storia della vita di ogni uomo".

Non è forse questo la Divina Commedia? Un'altalena di emozioni strabordanti riflesse negli occhi di chi, per tutta la durata dello spettacolo, non ha potuto far altro che applaudire.

"Tre spettacoli belli e intensi perché condivisi con un pubblico speciale. Innamorato come noi del teatro e della musica, innamorato come noi della voglia di stare insieme e partecipare. Nel nostro cuore, spettatori così. Grazie a tutti, grazie a voi".

L'ultimo a prendere la parola sul palco è stato Andrea Ortis che, nel ringraziare il pubblico, così come fatto poco prima da Antonello Angiolino, ha voluto ringraziare l'uomo dietro le quinte:

"Tutto questo è stato reso possibile dalla passione di un uomo affamato di cultura, così come tutti i presenti, Ruggero Pegna. Grazie".