Mattarella, Bruni: 'Grazie per la sua generosità, ma la politica non è più capace'

Il commento di Amalia Bruni sulle recenti elezioni del Capo dello Stato: 'Così si aumenta la distanza con la gente'

Ristobottega

“Dobbiamo essere tutti grati al Presidente Mattarella perché ha dimostrato di essere un uomo delle Istituzioni e un fedele servitore dello Stato mettendosi ancora una volta a disposizione e pronto a gestire un quadro politico lacerato e indebolito da una settimana di trattative che definire surreale è poco.

La sua rielezione e la permanenza di Mario Draghi alla guida del governo sono garanzie assolute per i cittadini ma da questa vicenda i leader politici, i partiti e le stesse coalizioni ne escono a pezzi e sarebbe opportuno che facessero una riflessione profonda su come venire fuori da una situazione che dura da tempo. La politica deve trovare le modalità giuste per poter avere un rapporto franco e diretto con gli elettori che altrimenti si allontaneranno sempre di più causando un vulnus insanabile.

Già dopo il secondo mandato di Giorgio Napolitano il sistema non ha saputo produrre risposte efficace, riforme all’altezza e soluzioni al passo coi tempi che cambiano. Si è perso tanto tempo e questa incapacità a decidere per cui bisogna ricorrere sempre a soluzioni eccezionali non può durare in eterno. Potremo per sempre far ricorso al prestigio, al senso del dovere e alla responsabilità di uomini come Sergio Mattarella? Grazie Presidente”.


Lo scrive in una nota Amalia Bruni, Capogruppo del Gruppo Misto in Consiglio Regionale.