Elezioni Regionali, il “si” di Aiello esalta Parentela: “Possiamo vincere”

L’ordinario di Politica Economica dell’UniCal ha sciolto le riserve e correrà per la carica di Governatore con il Movimento 5 stelle

Ristobottega

La Calabria ha il suo terzo candidato alla carica di Governatore. Francesco Aiello, dopo alcuni giorni di riflessione, ha infatti sciolto le riserve, accettando la proposta civica avanzatagli dal Movimento 5 stelle per la candidatura a presidente della Regione. “Un’intensa, importante e difficile sfida” la definisce il professore ordinario di Politica economica dell’Università della Calabria che, attraverso una breve nota pubblicata sulla propria pagina facebook, si rivolge

“alle migliori forze presenti sul territorio per ritrovarsi intorno ad un progetto comune condiviso da un’ampia alleanza civica che affronti finalmente i problemi che bloccano questa Regione”. Dopo aver ringraziato i parlamentari calabresi e il capo politico Luigi Di Maio per la fiducia accordatagli, Aiello chiama a raccolta i cittadini che credono ad un “percorso nuovo” per la nostra regione: “C’è una Calabria onesta, resiliente e positiva che ha bisogno di emergere e di essere valorizzata, qui e nel Paese. A questa Calabria rivolgo il mio appello”.


Il primo ad esultare per l’accettazione della proposta di candidatura di Aiello, è il coordinatore della campagna elettorale pentastellata, Paolo Parentela:

“Con la sua competenza ed umanità Aiello è il candidato ideale per condurre questa rivoluzione necessaria, per avvicinare i cittadini alle istituzioni, per dialogare a tutti i livelli, per fermare lo spopolamento e l’inquinamento del territorio e per fornire risposte rapide alle emergenze irrisolte, alle diseguaglianze, ai tanti cittadini abbandonati dai vecchi partiti e costretti a subire ingiustizie e disservizi gravissimi”.

Parentela si rivolge alla società civile, e assicura impegno e dedizione per un progetto politico che di fatto deve essere ancora scritto: “Guardiamo alla solidarietà, al lavoro, alla bellezza e ricchezza della natura e alle altre risorse della nostra terra, che recupereremo, valorizzeremo e proteggeremo dalla ‘ndrangheta, dai colletti bianchi e dalla politica delle clientele, degli abusi, dei compari e dei comitati di affari”. Il coordinatore della campagna elettorale poi, conclude con una promessa solenne e tanto ottimismo:


“Presenteremo liste pulite, con persone coraggiose e capaci di affrontare la grande sfida che ci aspetta, cioè liberare la Calabria e i calabresi dalle umiliazioni e dagli abusi, dalle manovre di palazzo, dalla dipendenza dal potere, dalla paura di restare a casa propria. Siamo in partita per vincerla”.