Emergenza cinghiali, Callipo a Gallo: 'Servono misure a sostegno di agricoltori e allevatori'

Il consigliere regionale chiede l'intervento dell'Assessore Gallo per tutelare agricoltori e allevatori della Calabria

"Egregio Assessore,

il Comitato regionale "Contenimento del cinghiale e difesa del territorio", che annovera più di mille aderenti tra agricoltori e allevatori, si è rivolto nei giorni scorsi alle prefetture e alle procure competenti per chiedere un intervento immediato circa la crescita esponenziale dei cinghiali.

Infatti, la crisi economica e sociale che sta colpendo il settore agricolo a causa dell’emergenza sanitaria in atto è aggravata dalla crescita esponenziale e incontrollata dei cinghiali che stanno danneggiando i raccolti e i terreni adibiti a seminativo. L’aumento incontrollato è dovuto all’impossibilità per i selettori, in questa fase di emergenza sanitaria, di portare avanti le azioni di contrasto.

Ricordo che oltre ai danni sopra citati, i cinghiali sono portatori della tubercolosi bovis, che è un’infezione in grado di essere trasmessa all’uomo e che può determinare ingenti danni economici alla zootecnia.

Il Comitato ha fatto presente alle Autorità competenti la gravità della situazione, ma i solleciti risultano inascoltati.

Per tali ragioni chiedo un Suo intervento al fine di porre in atto tutte le misure necessarie per tutelare l’unica fonte di sostentamento degli agricoltori e degli allevatori.

Cordiali saluti".