Regionali, Magorno a Reggio Calabria: 'Ci proponiamo come punto di riferimento'

Il candidato alla presidenza della Regione arriva nella città dello Stretto

"Il viaggio tra i talenti della Calabria" è questa l'iniziativa che condurrà Ernesto Magorno, nella città dello Stretto. Un evento che somiglia molto ad un inizio di campagna elettorale per l'esponente di Italia Viva che, qualche settimana fa, ha annunciato la sua candidatura a Presidente della Regione.

Magorno a Reggio Calabria

Si terrà domani, giovedì 1 luglio, alle ore 18,00 presso il lido “Piro Piro” (RC) l’iniziativa di Italia Viva - Reggio Calabria nell'ambito de“ Il viaggio tra i talenti della Calabria” con il senatore On. Ernesto Magorno - candidato alla Presidenza della Regione Calabria.

Da una nota di Italia Viva, si apprende che il sindaco di Diamante "farà tappa domani sul magnifico lungomare della cittadina reggina dopo aver già visitato le altre provincie delle Regione per un momento di confronto con la popolazione. L’iniziativa nasce, quindi, per addentrarsi nelle idee messe in campo dal partito che sostiene il Sen. Magorno. Ci sarà spazio per accogliere le proposte di chi vorrà contribuire alla realizzazione di una Regione migliore, partendo proprio da Reggio Calabria".

All’evento saranno presenti insieme all’On. Ernesto Magorno, la Senatrice Silvia Vono, i consiglieri comunali Giovanni Latella e Deborah Novarro, l’assessore Paolo Brunetti ed i coordinatori del partito cittadino Antonino Nocera, Cristina Arfuso e quelli metropolitani Lidia Chiriatti e Gianmarco Oliveri.

Il crollo del Pd e la bufera dei 5S

Diverse ore fa il candidato alla Presidenza della Regione Calabria ha commentato anche le vicende che hanno caratterizzato, nelle ultime settimane, il centrosinistra:

"Pd verso il crollo, noi unico punto di riferimento. Mio malgrado devo prendere atto che il quadro politico che si sta delineando assume connotati di sempre maggiore sgretolamento e incertezza. Ecco perché- dopo aver dato la mia disponibilità a un passo indietro in nome di una sperata ricomposizione delle alleanze sotto la guida di un giovane sindaco - prendo atto del fatto che nessun altro è disposto a rimettersi in gioco per il bene della Calabria".

Che la decisione di questa spedizione in terra reggina sia un modo per cogliere la palla al balzo? Magorno ha poi aggiunto:

"Il quadro è addirittura peggiorato nelle ultime ore con la crisi conclamata del M5S aperta della diatriba fra Conte e Grillo e che in Calabria significherà il crollo del PD e il tramonto di ogni possibile competitività. Di fronte a questo scenario è mio dovere chiamare a raccolta tutte le migliori forze che la Calabria esprime, dall'area cattolica e liberale a quella socialista. Non c'è tempo da perdere per alzare un argine agli estremismi pur presenti nella coalizione".

Il senatore ha, infine, spiegato:

"Con senso di responsabilità ci proponiamo come punto di riferimento per tutti coloro che intendono spendersi per il futuro della nostra regione creando così una coalizione ampia, plurale e ispirata ai valori delle più mature e solide socialdemocrazie".