Reggio, prima notte di coprifuoco. Lo scatto di Antonello Diano conquista la rete

Il nostro fotografo racconta il momento dello scatto diventato ormai virale

Tony Marino, egregiamente immortalato dal nostro Antonello Diano, oggi, rappresenta tutti noi.

Siamo soli e tristi, sconfortati e abbattuti, e a volte ci sentiamo anche un pò abbandonati. Il domani è sempre più incerto ma abbiamo tutti le spalle larghe, come Tony.

E allora andiamo avanti, a passo lento ma deciso, con le mani dietro la schiena, fiduciosi e in attesa di tempi migliori.

Anche il menestrello Tony, sempre allegro e sorridente, è oggi visibilmente preoccupato. Il nostro fotografo Antonello Diano ha catturato, nella prima notte di coprifuoco, un momento carico di significati.

E sono tante le emozioni che ci regala attraverso questo scatto.

L'immagine, già diventata virale sui social, è l'emblema di ciò che stiamo vivendo. Tony, oggi, incarna lo spirito dei tempi attuali.

"Volevo immortalare una Reggio nuovamente in silenzio e poco prima dello scadere del coprifuoco sono sceso in strada per immortalare qualche momento significativo - spiega Antonello Diano - Sono momenti storici per la nostra società che mai prima del Covid avevamo mai vissuto sulla nostra pelle. Proprio sulla via principale della città, intravedo in lontananza una sagoma illuminata alla sue spalle dai fari di una volante della Polizia. Una silhouette interessante e solitaria. Ho capito solo dopo lo scatto che dietro a quella figura buia c'era il nostro Tony".

La fotografia ci regala dunque ancora forti emozioni.

"E' una foto senza dubbio cupa ma la luce dietro Tony può sembrare un raggio di speranza e di rinascita".