Freed by Football, è la giornata dei ringraziamenti

Riuscita iniziativa promossa dal Tribunale dei Minorenni di Reggio Calabria e la FIGC

Il Presidente, i giudici del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria e il tirocinante ideatore e responsabile del progetto, dr. Claudio Romeo rivolgono i più sentiti ringraziamenti ai soggetti e alle Istituzioni che hanno preso parte alla fase sperimentale di “Freed By Football”, iniziativa volta alla riabilitazione e all’integrazione di giovani destinatari di provvedimenti giudiziari, incentrata esclusivamente sulla forza educativa del gioco del calcio.

Grazie alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, partner nella progettualità- dal Suo Presidente, dr. Gabriele Gravina, passando per il dr. Roberto Coramusi, la dr.ssa Cristina Blasetti, il Settore Giovanile e Scolastico (Presidente, dr.  Vito Tisci; dr. Vito Di Gioia, referente del progetto per la F.I.G.C.), VivoAzzurro (dr.ssa Silvia Visconti e dr. Paolo Arsillo) ed il Comitato Calabria (Presidente, dr. Saverio Mirarchi; Prof. Massimo Costa), alla delegazione provinciale (Domenico Arena, Donatella Cimino e i tre mister Filippo Nucera, Francesco Poner e Alessandro Denisi) e alla Sezione A.I.A. di Reggio Calabria, presieduta dal Prof. Francesco Catona - per averne saputo cogliere valore, importanza e potenzialità, sancendo una storica collaborazione.

Grazie ai rappresentanti della Magistratura e delle Forze dell’Ordine sul territorio: il Presidente della Corte d’Appello, dr. Luciano Gerardis; il Presidente del Tribunale di Reggio Calabria, dr.ssa Maria Grazia Arena; il Presidente della I sezione civile del Tribunale di Reggio Calabria, dr. Giuseppe Campagna; il Procuratore presso il Tribunale di Reggio Calabria, dr. Giovanni Bombardieri e il Procuratore Aggiunto presso il medesimo Tribunale, dr. Gerardo Dominijanni; il Procuratore presso il Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, dr.ssa Giuseppina Latella; il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Col. Giuseppe Battaglia; il Questore di Reggio Calabria, dr. Maurizio Vallone; il Comandante della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria, Col. Nicola Lorenzon; il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, Ing. Carlo Metelli; per avere sposato, partecipato e sostenuto l’iniziativa, facendo sentire la concreta vicinanza dello Stato ai destinatari della stessa.

Grazie al Presidente del Comitato Italiano per l’Unicef, dr. Francesco Samengo e al Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Prof. Santo Marcello Zimbone (nonché al Prof. Giuseppe Barbaro e ai rappresentanti del Consiglio degli Studenti) per l’eccezionale, generosissimo e spontaneo sostegno alle attività in loco e fuori regione.

Grazie a chi ha gratuitamente messo a disposizione le proprie rare qualità umane e professionali: su tutti, la dr.ssa Patrizia Surace (responsabile area socio-giuridica), la dr.ssa Tiziana Catalano (responsabile area psicosociale, supervisione e monitoraggio) e il dr. Maurizio Insardà (responsabile comunicazione), valore aggiunto, capace – con la sua opera – di dare straordinario respiro mediatico alla progettualità, diffondendo la medesima su scala nazionale e internazionale.

Grazie al dr. Franco Iacopino, celeberrimo dirigente sportivo reggino e punto di riferimento, per la speciale partecipazione e il fondamentale apporto.

Grazie al team di volontari qualificati (studenti e tirocinanti - giuristi, educatori e psicologi), sapientemente coordinati dal giovanissimo Giulio Roberto Varrà, coadiuvato dall’imprescindibile dr.ssa Carmen Romeo.

Grazie al sig. Antonio Girella, per averci ospitato presso il Centro Sportivo “Sant’Agata”, divenuto “casa” di “Freed By Football”.

Grazie al dr. Giuseppe Scutellà e alla sua Agenzia Generali di Reggio Calabria, per avere garantito copertura assicurativa ai nostri giovani.

Grazie, ancora, a tutti coloro i quali (professionisti e non) hanno inteso offrire il proprio fattivo contributo al progetto, come il dr. Pino Scambelluri, il dr. Pasquale Favasuli e il dr. Valeriano Morittu.

Infine, Grazie e Congratulazioni ai destinatari dell’iniziativa, alle famiglie e alle comunità che li accolgono, nonché ai servizi della giustizia minorile, per l’indispensabile collaborazione.

Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria

Seguici su telegramSeguici su telegram