Al Galluppi - Collodi - Bevacqua l'evento "blu", dedicato alla consapevolezza sull'autismo

Grande partecipazione del mondo della scuola, specialisti, genitori e studenti all’ ”evento blu”, giornata dedicata alla consapevolezza dell’autismo

Grande partecipazione del mondo della scuola, specialisti, genitori e studenti all’ ”evento blu”, giornata dedicata alla consapevolezza dell’autismo tenutasi nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo Galluppi-Collodi-Bevacqua di Reggio Calabria.

Gli alunni affetti da autismo vivono una  condizione caratterizzata da disturbi di natura neurobilogica; si tratta di un disordine cerebrale complesso che coinvolge molti aspetti dello sviluppo del bambino, incluso il modo di parlare, di giocare e di interagire. Le difficoltà di relazione che ne derivano, i comportamenti ripetitivi e la difficoltà comunicative richiedono grande attenzione e competenza: si tratta di  una grande sfida educativa, umana e di inclusione cui è chiamata la scuola.

"Questo Istituto ne ha grande consapevolezza - sottolinea la dirigente Mariantonia Puntillo, in quanto accoglie da anni alunni con sindrome dello spettro autistico ed ha fatto dell’inclusione la propria mission educativa intraprendendo studi e approcci didattici strategici per offrire una qualificata risposta ai bisogni educativi dei questi alunni speciali” .

“Essi sono una ricchezza per la Scuola”, ha detto Anna Nucera, Dirigente Scolastico e Assessore all’istruzione comunale e come specificato dalla dott.ssa Cartellà, pedagogista clinico. Interagire con i bambini affetti da autismo aiuta l’intera comunità scolastica a pensare all’altro, ad un costante rapporto empatico, inclusivo e relazionale che aiuta a superare gli egoismi.

Nell’occasione è stato presentato  il libro “Fratelli Koala, diversi ma buoni”. L’autrice Elena Laface, ha detto che l'obiettivo del racconto  è sensibilizzare e,  grazie  una migliore comprensione della condizione autistica, indurre a una migliore accoglienza dei bambini autistici.. Il libro vuole spiegare l'autismo, con un linguaggio semplice e delicato, che possa indurre il lettore a capire il comportamento dei bambini affetti da autismo e soprattutto ad accettarli, con le loro diversità.

Stimolante per gli studenti l’intervento del Dott. Eduardo Lamberti Castronuovo momenti come questi di informazione e formazione sono fondamentali per migliorare l’inclusione sociale e comprendere che questi ragazzi arricchiscono la nostra cosiddetta “normalità”.

Significativo il contributo del garante metropolitano dell’infanzia, dott. Mattia Emanuele in una nota inviata alla Dirigente in cui ha espresso apprezzamento “per la lodevole iniziativa promossa dall’Istituto, auspicando che tali azioni siano da stimolo per un impegno al miglioramento dei servizi ed alla promozione della ricerca”.

Seguici su telegramSeguici su telegram