Galluppi - Collodi - Bevacqua, si conclude il progetto "educazione all’uso dei media"

Quello appena concluso al "Galluppi - Collodi - Bevacqua" è un importante progetto sul Cyberbullismo, che ha fornito agli alunni strumenti di difesa contro i pericoli della rete

Un importante  progetto sul Cyberbullismo, fortemente voluto dalla dirigente scolastica Mariantonia Puntillo, al fine di fornire ai propri alunni strumenti di difesa contro i pericoli della rete che insidiano sempre di più i ragazzi di oggi, rendendoli  vulnerabili ed esposti a molteplici rischi , si è concluso all'I.C. Galluppi-Collodi Bevacqua di Reggio Calabria.

Il progetto, articolato in 4 incontri con operatori del gruppo AIART  è stato rivolto agli alunni di una classe pilota ed ha effettuato interventi di “Media education” al fine di educare all’uso critico dei media ed agevolare una corretta crescita psicologico-culturale.

Fin dal primo incontro, gli alunni sono apparsi molto interessati e coinvolti ed hanno seguito con entusiasmo le attività proposte ,interagendo con osservazioni originali  e domande pertinenti. Sono stati stimolati ad assumere un ruolo attivo e collaborativo attraverso l'utilizzo di questionari, materiali interattivi e video-storie, spot pubblicitari e tanto altro. Sono state svolte attività in piccoli gruppi al fine di favorire l'espressione e il controllo delle emozioni e sviluppare un atteggiamento empatico.

Come prodotto finale è stato realizzato un cartellone illustrativo  di sintesi, riportante strategie e consigli per prevenire il cyberbulismo ed arginare l'uso smodato dei mass-media, privilegiando i veri valori dell'uomo e della famiglia. Importante  la ricaduta formativa attesa, che mira a stimolare i ragazzi ad una maggiore riflessione sul loro modo di usare i media mettendo  in atto, loro per primi, comportamenti responsabili che li aiutino ad auto-tutelarsi.

Seguici su telegramSeguici su telegram