Galluppi-Collodi-Bevacqua discute di sfide educative e cambiamenti sociali e culturali

L'aula magna dell'I.C. Galluppi-Collodi-Bevacqua di Reggio Calabria ha raccolto i professionisti del mondo della Scuola e dell’Università e i genitori

Nell’Aula Magna della Scuola Primaria “Collodi” dell’I.C. Galluppi-Collodi-Bevacqua di Reggio Calabria si sono ritrovati  i professionisti del mondo della Scuola e dell’Università e i genitori, per un momento di riflessione sul tema fortemente attuale del cambiamento sociale e delle sfide  educative che ciò comporta.

Il convegno è stato coordinato dalla dott.ssa Mariantonia Puntillo, D.S. dell’I.C. Galluppi-Collodi-Bevacqua, nonché presidente dell’ANDIS Calabria, in collaborazione con l’Associazione Insegnanti di Sostegno, con la Società di Mutuo Soccorso “ Cesare Pozzo” e con la Federazione  tra Associazioni Regionali delle persone con disabilità.

Hanno relazionato il prof. Domenico Marino, docente di Economia dell’Ambiente e del Territorio dell’Università Mediterranea e il prof. Luigi Rossi, docente di Sociologia della Scuola Superiore Mediatori Linguistici di Reggio Cal.

Dopo un’attenta e puntuale analisi del Sistema di Istruzione e della Formazione e del Mercato del Lavoro e una successiva riflessione sul rapporto esistente tra Scuola-Famiglia-Società, è seguito un vivace dibattito che ha visto l’intervento dei partecipanti con interessanti contributi riguardanti la politica scolastica e le criticità dell’attuale situazione socio-culturale.

In una società che appare destrutturata soprattutto in quelli che sono i suoi valori tradizionali e in una situazione esistenziale che ci vede incapaci di analizzare le varie componenti della vita reale si richiede una alleanza totale tra le Istituzioni, tra Scuola , Società e Politica, per una prospettiva che dia piena attuazione al progetto di vita di ciascuno.

Le conclusioni sono state affidate alla D.S. dell’I.T.I. “ Panella - Vallauri” di R.C., dott.ssa Anna Nucera, nonché assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Reggio Calabria.

Seguici su telegramSeguici su telegram