Gioiese, Ciccio Cozza: 'A Reggio una sconfitta che fa male, anche se...'

"Fossi stato io l'allenatore del Siracusa mi sarei rifiutato di scendere in campo contro il San Luca"

Ristobottega

Dichiarazioni forti quelle del tecnico della Gioiese Francesco Cozza a radio Febea, le abbiamo già riportate nella giornata di ieri, rispetto alla polemica che si è scatenata nei confronti della Curva Sud per i mancati cori nei suoi confronti.

Ristobottega

L’allenatore dei viola è tornato anche sulla partita e quella sconfitta maturata in pieno recupero: “Volevamo e potevamo ottenere qualcosa dalla trasferta di Reggio Calabria e ci stavamo riuscendo, per questo quel tipo di sconfitta fa male, ma il nostro campionato parte domenica contro l’Acireale. E non sarà semplice, dobbiamo moltiplicare le nostre forze per riuscire a fare risultato. L’atteggiamento tattico sarà differente perché saremo noi a dover fare la partita senza sbilanciarci e lasciare spazi agli avversari, per questo è necessario prepararla bene e con attenzione. Sono contento anche per il gol, perché la Gioiese non segnava da tantissimo tempo e questo sotto l’aspetto morale ci aiuta molto. La vittoria del San Luca è stata importante e spero si possa salvare, ma se fossi stato io l’allenatore del Siracusa mi sarei rifiutato di scendere in campo. Terreno impraticabile, la palla saltava come fosse un coniglio. Non è possibile far giocare certe partite in determinati campi e non è l’unico“.