A Reggio arriva 'Gipsy': la nuova boa intelligente

Una svolta per gli sport acquatici con un occhio di riguardo all'ambiente. "Gipsy" sta per essere testata nelle acque dello Stretto

Non ha bisogno di fissaggio ed è pensata per rispettare l'ambiente. "Gipsy" è la nuova frontiera in fatto di boe ed è destinata, probabilmente, a diventare molto popolare in pochissimo tempo. Presto sarà presentata a Reggio Calabria e potrebbe essere impiegata, in particolar modo, per gli sport acquatici.

La boa intelligente 'Gipsy' arriva a Reggio Calabria

Una soluzione semplice ed al tempo stesso innovativa per migliorare l'organizzazione delle gare negli sport acquatici, è quella presentata da "Effetto Venturi", start up italo-svizzera verso la fine del 2021. Si tratta di “GiPSy”, ideata e messa a punto dai due founder dell’azienda, Valentina Venturi e Mauro Bettazza, è una boa “intelligente”, che non ha bisogno di cima e ancora per essere posizionata perché, grazie a un supporto galleggiante, mosso da un propulsore elettrico, mantiene la posizione senza fissaggio sul fondo del mare o del lago tramite GPS.

Il mondo sportivo di Reggio Calabria è in attesa del suo debutto. Gipsy, infatti, potrà tornare utile dalla vela alla motonautica, dal canottaggio al nuoto di gran fondo. Si va, inoltre, verso un uso meno invasivo del mare dal punto di vista ecologico con minor inquinamento. Nel pomeriggio di oggi e nella mattinata di domani, l'ingegnere ideatore della boa sarà presente al Circolo Velico per testare Gipsy nella corrente della Stretto.