Gli studenti reggini a lezione di CityNow

I piccoli studenti reggini hanno incontrato i giornalisti di CityNow per conoscere da vicino il mondo dell'informazione e della comunicazione - FOTO

Quale la differenza tra un giornale cartaceo ed un magazine online? Perchè avete scelto proprio il panda come vostro testimonial? Come raccogliete le notizie, quali sono le vostre fonti?

Sono solo alcune delle tante domande dei piccoli studenti reggini della scuola "Galluppi-Collodi-Bevacqua" rivolte ai giornalisti di CityNow, che hanno fatto visita alla redazione del magazine online per conoscere ed approfondire il mondo dell'informazione. L'incontro, inserito in un progetto PON, è servito ai ragazzi per osservare da vicino come si lavora all'interno di una redazione giornalistica e toccare con mano il settore dell'informazione e della comunicazione.

Nel corso dell’anno scolastico 2018/19 presso l’istituto comprensivo “Galluppi-Collodi-Bevacqua” sono stati sviluppati diversi progetti PON finalizzati ad uno studio e ad una fase di apprendimento in ambienti nuovi e stimolanti. In tal modo vengono date agli alunni occasioni ulteriori possibilità per potenziare le loro competenze.

E’ da questo percorso che nasce un progetto di scrittura creativa che ruota intorno all’esperienza degli articoli giornalistici. Nel corso del progetto è stata prevista la possibilità di confrontarsi con veri giornalisti.

Accompagnati dalle docenti A. Calabrò e A. Malara, gli studenti hanno visitato la redazione di CityNow che ha permesso ai ragazzi di comprendere meglio ciò che i professionisti mettono in campo nel loro lavoro.

I ragazzi hanno rivolto ai giornalisti presenti numerose domande. E' emerso come, per svolgere questo lavoro, ci vogliono oltre che doti personali ed esperienze concrete, ingredienti come passione, sacrificio, perseveranza e tanta pazienza.

Proprio l’editore Davide Nucera ha raccomandato ai ragazzi di saper attendere i risultati del loro impegno, mentre il direttore ha precisato come sia lui a decidere la linea delle notizie da offrire ai lettori e come, spesso però, per decidere se pubblicare o meno alcune notizie, sia necessario il confronto con i colleghi e collaboratori. Altre domande poste dai ragazzi hanno chiarito loro quali siano i finanziamenti del giornale, come sia nata la scelta della mascotte del giornale (il panda), quando è iniziata la pubblicazione, quali strumenti vengono usati nelle pagine on line del giornale.

Da ultimo il direttore Vincenzo Comi, insieme al giornalista Domenico Suraci ed Eva Curatola, esperta di social media, hanno illustrato l’impostazione della home page del magazine nonchè le diverse modalità di approfondimento delle notizie.

Seguici su telegramSeguici su telegram