Covid, proteste contro il Green Pass in tutta Italia

"No alle dittature" e 'Libertà di scelta' gli slogan scelti per manifestare contro il Green Pass

Un corteo affollato ha percorso questa mattina le vie del centro di Trieste per manifestare contro green pass e vaccino, scandendo slogan ed esponendo striscioni e cartelli e chiedendo a gran voce "libertà" di scelta rispetto alla certificazione verde e "No dittature sanitarie".

"Non passeranno, il green pass non passerà", ha urlato al megafono chi guidava il corteo con alcune dure critiche anche contro il governo Draghi e contro il ministro della Salute Roberto Speranza sulla decisione introdurre l’obbligo di Green pass sul lavoro, sia nel settore pubblico, sia nelle aziende private, a partire dal 15 ottobre.

Volantinaggio anche da parte del Movimento 3V e "solidarietà a Ugo Rossi", protagonista nei giorni scorsi, di una colluttazione con i carabinieri. La manifestazione di oggi è una delle più partecipate degli ultimi anni. Secondo gli organizzatori il corteo sarebbe composto da 20mila persone, la Questura parla invece di circa 8 mila persone.

Quando il corteo è passato davanti alla sede regionale della Rai, i manifestanti si sono fermati e hanno urlato contro la stampa e i giornalisti in generale. Sono una sessantina le manifestazioni convocate dai no-Green Pass, "Pacifiche, spontanee e apartitiche", e pubblicizzate sulla loro pagina Facebook, da Milano a Napoli.

Nel pomeriggio, nel capoluogo lombardo alcune centinaia di No-vax hanno sfondato i cordoni della polizia in piazza Fontana, tentando di dirigersi in piazza del Duomo dove è in corso il comizio di Giorgia Meloni, leader di FdI. La polizia ha cercato di bloccare i manifestanti e sono partite anche alcune manganellate, mentre alcune persone sono rimaste leggermente ferite.

fonte: rainews.it