Tragedia a Lodi, Gigi Miseferi ricorda Giuseppe Cicciù: 'Ti abbraccio fin lassù'

Giuseppe come Nino. Gigi Miseferi ricorda l'amico ed il fratello, ferrovieri vittime del lavoro

"Triste, molto triste per la notizia del deragliamento del Frecciarossa che da Milano era diretto a Salerno, avvenuto nei pressi di Ospedaletto Lodigiano e a causa del quale hanno perso la vita due macchinisti".

Sono le parole di Gigi Miseferi, il comico reggino che, con la sua tenacia, da anni, porta l'allegria in tutta Italia.

"Uno è un mio amico di Reggio Calabria - scrive Gigi. Giuseppe Cicciù, con il quale esattamente un anno fa, abbiamo trascorso una bellissima serata al Premio Mitos, svoltasi a Gozzano (NO)".

Due vittime ed una trentina di feriti, ma fra chi non farà più ritorno a casa c'è un nostro concittadino.

"Ancora una volta la grande Famiglia della Ferrovia, alla quale sono molto legato, ha pagato un pesante tributo. E so esattamente cosa vuol dire, infatti il mio pensiero non può non volare a mio fratello Nino, tecnico elettricista delle Ferrovie, vittima di in infortunio sul lavoro nel 1984. Alle famiglie dei due "Angeli Macchinisti" che adesso viaggiano sui binari del cielo e alla famiglia di Trenitalia, va il mio più caloroso abbraccio!!! Ti abbraccio fin lassù, Peppe! R.I.P.".