Tragedia a Lodi, una delle due vittime è di Reggio Calabria

Una delle due vittime del tragico incidente ferroviario di Lodi è un uomo di Reggio Calabria

Questa mattina, giovedì 6 febbraio, si è verificato un grave incidente ferroviario a Lodi,  all'altezza di Casalpusterlengo. Il treno Frecciarossa 1000 9595 è deragliato causando la morte di due macchinisti e 28 feriti.

Immediato l'intervento dei soccorritori che, dalle prime luci dell'alba, sono a lavoro fra le lamiere per mettere in sicurezza i numerosi feriti. I Vigili del Fuoco della squadra di Milano hanno accertato alle 07:30 la presenza di una vittima e, esattamente un'ora dopo, è giunta la notizia del secondo decesso. Il lavoro delle squadre sul posto prosegue incessantemente per la messa in sicurezza dei convogli.

La notizia del tragico incidente fa paura a tutta Italia, ma mette ancor più tristezza a Reggio Calabria perchè una delle due vittime era un concittadino. Il macchinista rimasto ucciso nell'incidente ferroviario, di cui ancora non si conoscono le cause, è Giuseppe Cicciù. 52 anni ed un lavoro come macchinista per Ferrovie dello Stato.

L'USB Vigili del Fuoco non si esime dal commentare la vicenda, che segna un'altra triste pagina della cronaca italiana:

"Le cause sono tutte da chiarire. E un macchinista e un ferroviere muoiono sul lavoro. In Italia, c’è sempre una tentata strage dietro l’angolo. Dovuta a qualche superficialità o incompetenza o incuria o ancora altro di più inquietante. Poi però diventa una “tragedia”, “nessuno poteva farci nulla”, “inevitabile”, “è un incidente”. L'Italia è un Paese di catastrofi annunciate ed oggi piange altri due morti sul lavoro in nome dell'alta velocità".

Anche Matteo Salvini, che arriverà presto nella nostra città, ha commentato la tragedia attraverso un post sui social:

"La mia vicinanza ai famigliari e ai colleghi dei due macchinisti del Frecciarossa morti in servizio e un ringraziamento ai soccorritori. Se qualcuno ha sbagliato dovrà pagare".

Il video dei Vigili del Fuoco