'Tra ferrovie e mare': come cambierà il porto di Villa San Giovanni

Il totale degli interventi ammonta a 34.450.000. Di seguito l'elenco ed i dettagli contenuti nel documento di Programmazione Strategica di Sistema Portuale

Nel programma di interventi di sviluppo per oltre 72 milioni di euro presentato dall'Autorità Portuale dello Stretto c'è anche il porto di Villa San Giovanni che, grazie a diversi investimenti, cambierà completamente il suo volto.

Come cambia il porto di Villa San Giovanni

Gli interventi dell'AdSP

Il progetto integrato "tra ferrovie e mare", secondo quanto annunciato dal Presidente Mega, ha già raggiunto la fase della fattibilità e vede insieme Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) e Acquatecno Srl di Roma per la parte marittima.

"Oltre alla stazione marittima - ha spiegato il Presidente Mega - che sarà collegata alla stazione ferroviaria, saranno realizzati 4 ormeggi per i mezzi veloci e due ormeggi per i traghetti. In attesa dello spostamento a sud degli imbarchi privati, sarà realizzato un camminamento pedonale protetto dalla stazione ferroviaria fino all'attuale area imbarcaderi".

Il totale degli interventi ammonta a 34.450.000. Di seguito l'elenco ed i dettagli contenuti nel documento di Programmazione Strategica di Sistema Portuale:

  • Realizzazione nuovi ormeggi per navi traghetto e mezzi veloci e della Stazione Marittima passeggeri nel Porto di Villa San Giovanni - PFTE. Per tale intervento il Fondo Infrastrutture del MIMS ha finanziato € 30.000.000;

R.F.I. – Napoli si occuperà delle opere di edilizia, mentre l'ACQUATECNO S.r.l. – Roma, delle opere marittime.

L’intervento consentirà la costruzione di n.2 nuovi scivoli per navi traghetto, ricavati ampliando l’attuale banchinamento del porto, e di n.4 ormeggi per i mezzi veloci.

Presso i nuovi banchinamenti è inoltre prevista la realizzazione di una stazione marittima che consentirà una migliore gestione dei flussi passeggeri dei pendolari dello Stretto e favorirà un agevole collegamento diretto con la stazione ferroviaria.

  • Lavori di risanamento dello scivolo «0». Per l'intervento sono stati stanziati € 4.000.000 dai Fondi ZES del PNRR.

Ad occuparsi della progettazione sarà l'ACQUATECNO S.r.l. – Roma.

L’intervento previsto non comporta modifiche alla destinazione delle aree portuali interessate quanto piuttosto risponde ad una razionalizzazione degli spazi oggetto dei lavori contribuendo al perseguimento di standard d’uso in maggiore sicurezza della struttura in questione.

  • Lavori di rifacimento del tratto terminale sottostrada demaniale e di adeguamento dello sbocco del Torrente Immacolata nel Comune di Villa San Giovanni. Finanziati € 150.000 dal Bilancio AdSP. Progettisti: Ing. Carmelo Casella Mariola – Tortorici (Messina).
  • Rifacimento del tratto terminale del Torrente Immacolata, situato in prossimità del Porto di Villa San Giovanni, che in occasione di eventi meteorici di una certa rilevanza provoca esondazioni ed accumuli di materiale terroso in prossimità della foce, comportando disagi e situazioni di pericolo nelle corsie di
    imbarco e sbarco del terminal traghetti;
  • Realizzazione di pensiline di protezione dei camminamenti pedonali nel porto di Villa San Giovanni tra la Stazione FS e l’imbarco traghetti. Finanziati € 300.000 dal Bilancio AdSP. Disponibile lo Studio di fattibilità. In corso di affidamento la progettazione esecutiva.
  • Realizzazione di un camminamento pedonale protetto da pensiline nel porto di Villa San Giovanni, nel tratto non in concessione di via Marina tra l’area RFI ed il terminal traghetti, per l’instradamento dei passeggeri e la mobilità degli stessi in sicurezza ed al riparo dalle intemperie.

Pulizi ambiti comuni e security

L'autorità portuale ha previsto anche interventi per la pulizia ambiti comuni e vigilanza nel porto di Villa San Giovanni.

Per quanto riguarda il primo, è in corso la procedura di gara per l’affidamento del servizio di pulizia degli ambiti comuni (spazzamento banchine) nei Porti di Reggio Calabria e Villa San Giovanni per un importo a base di gara di 139.000,00 € per un biennio.

Per dare, invece, attuazione ai Piani di Security Portuali è stato attivato un servizio di vigilanza che prevede l’utilizzo di n.4 GPG h24 tra il Porto di Villa San Giovanni (una ronda dinamica con auto) e quello di Reggio Calabria (presidio a n.2 varchi portuali ed una ronda con due auto). Il costo è di circa 683.000 € l’anno.