Reggio, nuova identità al porto: l'elenco degli interventi in programma

L'obiettivo è quello di rendere più accogliente il porto per accogliere crociere di media dimensione e maxi yacht

E' stata presentata nella giornata di ieri la programmazione strategica da parte dell'Autorità di Sistema Portuale dello Stretto che riguarda ed interessa gli interventi in corso e quelli in progettazione per per i porti di Reggio, Villa e Saline. Ecco gli interventi di grande infrastrutturazione nel dettaglio previsti dal DPSS (Documento di Programmazione Strategica di Sistema Portuale) che riguardano ed interessano il porto di Reggio Calabria:

Intervento sui fondali per favorire l'ingresso delle navi da crociera

L'intervento dell'importo di € 1.800.000 prevede una manutenzione straordinaria dei fondali a garanzia dell'operatività portuale mediante la movimentazione di sedimenti in accordo a quanto previsto dal piano triennale dregaggi redatto dall'AdSP dello Stretto. In particolare nel porto di Reggio agevolerebbe la manovra della navi da crociera di media dimensione.

Elettrificazione delle banchine per maxi yacht e mezzi veloci

L'elettrificazione delle banchine (importo di€ 7.000.000) permetterà di ridurre in maniera significativa le emissioni e gli inquinamenti atmosferici nelle aree portuali, in particolare i particolati e gli ossidi di azoto. Nel porto di Reggio verrà attrezzata per le navi da crociera la banchina Nuova di Levante, mentre poi saranno attrezzate per i maxi yacht e per i mezzi le veloci la banchina Margottini ed il Pontile Eolie. ù

Adeguamento e risanamento banchina Margottini

Il progetto riguarderà i lavori di risanamento e consolidamento statico della banchina Margottini compreso il ripristino dei piazzali e di tutti gli arredi di banchina con posa in opera di nuove bitte, nuovi parabordi e la realizzazione di nuovi impianti a servizio degli spazi portuali riqualificati (importo di € 6.500.000).

Riqualificazione aree del Molo di Levante

Nelle aree del porto prossime alla banchina Vecchia di Levante insistono diversi fabbricati realizzati in periodi storici diversi senza alcuna pianificazione, con volumetrie edilizie architettonicamente disomogenee. Queste aree, da destinare al diportismo di transito ed ai maxi yacht dovranno essere adeguatamente attrezzate, anche mediante la realizzazione di immobili da destinare alle attività commerciali, ricreative e turistico - ricettive (importo € 5.000.000).

Riqualificazione waterfront e realizzazione di una pista ciclopedonale

Nella parte a nord dell’ambito portuale si rende necessario un intervento di riqualificazione del waterfront da valorizzare e da restituire alla fruibilità cittadina attraverso infrastrutture sicure e adatte a tale scopo. A tal scopo si prevede di realizzare un collegamento ciclopedonale longitudinale al porto, su piani sfalsati per ragioni di safety e di security, improntato a favorire la mobilità sostenibile assicurando l’attraversamento del porto ed il collegamento diretto tra la stazione marittima dei mezzi veloci e la Stazione FS di S. Caterina.

Implementazione dei pontili di ormeggio e potenziamento della stazione passeggeri

Per il miglioramento del servizio ai passeggeri a piedi, in particolare ai pendolari giornalieri, occorre mettere in atto misure migliorative finalizzate al potenziamento della stazione marittima esistente con implementazione di nuovi punti di ormeggio e quanto altro necessario.

Riconversione di edifici esistenti funzionali al diportismo

Presso la “Banchina Vecchia di Levante” insistono dei fabbricati di vecchia costruzione che sono in parte da rifunzionalizzare alla luce della nuova destinazione prevista a darsena per diportismo e maxi yacht. Per favorire queste nuove funzioni occorre rendere disponibili edifici con grande valore architettonico e logistico, funzionali ai servizi prettamente portuali ma nello stesso tempo utilizzabili anche sia dai passeggeri in transito dalla adiacente area crocieristica che dai cittadini in un’area che costituirà una zona di
interfaccia città-porto al di fuori del circuito di security.

Realizzazione di un terminal passeggeri per crociere

Per inserire il Porto di Reggio Calabria nel circuito crocieristico internazionale occorre dotarlo di servizi per l’accoglienza e per il controllo dei passeggeri. A tal fine sarà realizzato, presso la «Banchina nuova di Levante» un terminal passeggeri dotato di spazi anche per la promozione del territorio.

Ristrutturazione edificio da destinare a sede uffici dell'AdSP

Intervento di riqualificazione e riammodernamento strutturale ed impiantistico di un edificio in disuso presente nel Porto di Reggio Calabria nei pressi del Varco Nord per la realizzazione degli uffici dell’Ente nel Porto di Reggio Calabria. L’edificio presenterà layout interno di facile riconfigurazione per poter essere adattato a diversi usi in relazione alle future esigenze logistiche e funzionali del porto.

Realizzazione delle infrastrutture di security

Intervento per la realizzazione delle infrastrutture fisiche ed immateriali atte a potenziare la security portuale ed a migliorarne l’efficienza in linea e nel rispetto delle vigenti disposizioni normative in materia, in termini di prevenzione degli atti illeciti intenzionali nonchè di miglioramento della gestione dell’peratività portuale, della logistica, della viabilità e delle infrastrutture portuali.

Efficientamento energetico

Servizio di conduzione e gestione degli impianti di illuminazione portuale per un periodo di 9 anni, incluse le manutenzioni ordinarie e straordinarie, l’ammodernamento e l’efficientamento energetico mediante l’installazione di dispositivi a led e sistemi di telecontrollo di ultima generazione.