Estate 2021, il lido comunale verso l'apertura: l'avviso del Comune per la concessione

Il Comune intende affidare la concessione temporanea degli spazi e dei servizi relativi allo stabilimento per la stagione balneare 2021

Nonostante le polemiche e la perdita di speranza per la sua apertura, il Lido comunale è in procinto di aprire i battenti. O almeno una parte di esso.

Il Comune di Reggio Calabria, titolare dello stabilimento balneare Lido Comunale “Genoese Zerbi”, intende infatti affidare la concessione temporanea degli spazi e dei servizi relativi allo stabilimento per la stagione balneare 2021, nel rispetto della recente normativa sull’emergenza Covid-19 e mediante affidamento ad una cooperativa sociale di tipo B.

L’avviso - pubblicato lo scorso 17 giugno e i cui termini sono stati riaperti con la nuova scadenza fissata al 28 giugno – nelle intenzioni dell’amministrazione, è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d’interesse per favorire la più ampia partecipazione e consultazione di operatori economici, in modo non vincolante per l’Ente, con lo scopo di ottenere la disponibilità a partecipare ed a presentare contestualmente un progetto tecnico di gestione per l’affidamento temporaneo dello stabilimento balneare.

Pertanto, non è indetta alcuna procedura di gara. Il Comune si riserva infatti la possibilità di sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte, il procedimento avviato, e di non dar seguito all’affidamento diretto della concessione temporanea, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa.

La concessione del Lido comunale

L’oggetto della concessione temporanea - da realizzarsi nel periodo dalla data di affidamento fino al 30 settembre 2021 - consiste nell’utilizzo degli spazi dell’arenile e nella gestione di servizi da svolgersi presso la struttura del Lido Comunale “Genoese Zerbi”, senza che sulla stessa influisca la condizione di balneabilità delle acque, soggetta alle disposizioni degli organi competenti a cui il Concessionario deve sottostare.

La gestione si articola in:

  • Servizio di assegnazione delle cabine;
  • Servizio di salvataggio, assistenza e controllo dei bagnanti;
  • Servizio di controllo ingressi e assistenza agli utenti;
  • Servizio di pulizia e manutenzione del verde;
  • Servizio medico o infermieristico di primo soccorso;
  • Servizio di custodia e vigilanza della struttura balneare.

Il valore stimato della concessione è pari ad €83.500,00, calcolato sulla stima dei ricavi (proventi biglietti, cabine, ecc..) per la gestione degli spazi e dei servizi connessi alla struttura balneare, non essendo disponibile un dato storico riferito a concessione analoga in termini di servizi richiesti e durata.

Il corrispettivo - determinato dal rapporto prezzo/mesi di concessione - riconosciuto al Concessionario è pari ad Euro 16.500,00 oneri Iva inclusi.

Il corrispettivo è, in previsione dello squilibrio tra i costi previsti per la gestione dei servizi richiesti al concessionario, come dettagliati nel Capitolato, e i proventi stimati per i servizi a pagamento previsti (canone cabine ed ingressi giornalieri allo stabilimento) e per gli eventuali ulteriori servizi attivabili a cura del concessionario.

La durata della concessione è di tre mesi dalla data di consegna della struttura.

Il ruolo del Comune

L’Amministrazione comunale manterrà le funzioni di indirizzo, la supervisione, con particolare riferimento alla verifica della corretta esecuzione dei servizi e la rispondenza dei servizi prestati agli utenti-fruitori. Avrà il controllo sulla gestione con particolare riferimento al rispetto delle clausole contrattuali e dei servizi oggetto della concessione; 0il controllo sulle cabine assegnate agli utenti acquisendo le relative ricevute di pagamento; e provvederà al pagamento degli oneri concessori demaniali.

Inoltre, il Comune si riserva l’utilizzo dell’area dancing per un numero massimo di 5 giorni per l’organizzazione di manifestazioni sportive di rilievo nazionale ed internazionale.

Facoltà del concessionario

Scorrendo il Capitolato, viene stabilito che è facoltà del Concessionario delimitare uno spazio all'interno dello stabilimento per lo svolgimento delle attività relative al servizio di noleggio di attrezzature da spiaggia (ombrelloni, sdraio, lettini, etc.) che sarà indicata successivamente dal Comune. Ideare, organizzare e pubblicizzare attività ludico ricreative per adulti e bambini. Tra le attività ludico-ricreative è possibile realizzare - a titolo esemplificativo-, tornei, corsi di ginnastica, fitness, aerobica, corsi di ballo, corsi di nuoto... Il concessionario inoltre potrà allestire un punto ristoro - servizio bar e noleggiare attrezzature nautiche (canoe, pedalò..).

I suddetti servizi potranno essere attivati quali servizi a pagamento con incasso dei proventi da parte del concessionario.

Modalità di partecipazione

Gli operatori economici interessati devono far pervenire la domanda di partecipazione redatta sul modulo predisposto dal Comune recante la seguente indicazione: Manifestazione di interesse a partecipare all’affidamento della “Concessione temporanea per la stagione balneare 2021 dell’area demaniale e dei servizi di gestione del Lido Comunale Genoese Zerbi”.
La domanda di partecipazione dovrà pervenire, entro e non oltre le ore 12 del 28 giugno esclusivamente tramite posta certificata al seguente indirizzo: [email protected]