Ex Lucarelli: 'Reggina sei forte. Quel patto nell'anno della grande impresa...'

"Importante stare sul pezzo. Curva e stadio da serie A"

Un altro ex amaranto, ospite telefonico di "Buongiorno Reggina". Un difensore che ha segnato uno dei periodi più belli ed intensi del percorso amaranto nella massima serie, Alessandro Lucarelli: "Anni splendidi e tante soddisfazioni. L'impresa della salvezza con la penalizzazione una delle più belle del calcio italiano.

Dopo la gara giocata in Coppa Italia contro il Crotone, ci fu un incontro con il tecnico Mazzarri il quale chiese al gruppo in maniera chiara chi se la sentiva di restare in maniera convinta, altrimenti avrebbe potuto chiedere di andare via. Ci guardammo in faccia e tutti eravamo decisi a volerlo fare. Ricordo Nicola Amoruso pronto a trasferirsi al Rimini, per fortuna poi rimase realizzando 17 gol e tutta questa serie di situazioni ci portò ad una impresa memorabile.

A Reggio Calabria ho lasciato un pezzo di cuore. Ho sempre seguito la Reggina anche durante il suo declino. Finalmente si rivede la luce.

Quest’anno solo la squadra può perdere questo campionato, è forte ed in grado di prendersi tutto questo vantaggio, ma deve stare sempre sul peggio, la serie C è un campionato "infame".

Poi ha una una curva e uno stadio incredibile che molte squadre non hanno anche in Serie A".